Un’app per viaggiare in sicurezza!

App

Una guida consultabile su tutti i device con il quadro aggiornato sulle riaperture e restrizioni di ogni Stato membro. Il tutto consultabile nelle 24 lingue ufficiali dell’UE.

Una ripartenza responsabile 

A fare da apripista è stata proprio l’Italia che, essendo entrata per prima nella crisi sanitaria, pare essere tra le prime ad uscirne. Difatti, già dal 3 giugno era consentito l’ingresso nel Belpaese dagli Stati membri Ue, Regno Unito, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Andorra, senza obbligo di quarantena.

Ora, Paese dopo Paese, tutta Europa sta riaprendo, gradualmente e con responsabilità. Dal 15 giugno le attuali restrizioni si allenteranno ulteriormente, permettendo una circolazione più libera nell’area Schengen, ma la data più attesa è sicuramente il 30 giugno, che non sarà un “libera tutti”, ma l’ufficiale caduta delle attuale restrizioni, riaprendo le frontiere, con l’appello alla comune responsabilità d’ogni cittadino. 

App

A tutte le domande risponde l’app Re-open EU

Ogni Paese adotta misure e restrizioni diverse e, per chi quest’estate volesse fare un viaggio, districarsi tra tante informazioni, spesso discordanti, può rappresentare un vero e proprio scoglio. A risolvere la situazione ci pensa la Commissione Europea che, con una semplice app o il sito dedicato, permette ad ogni viaggiatore di utilizzare una mappa interattiva, fruibile nelle 24 lingue ufficiali dell’Unione. 

Re-open EU, questo il nome dell’app, offre tutte le informazioni a portata di click: dove è obbligatorio l’uso di mascherina all’aperto, se è richiesto un periodo di quarantena a chi arriva, quali sono i protocolli di sanificazione adottati da hotel, mezzi pubblici, bar o ristoranti.

L’alternativa all’app è il sito, sviluppato sempre della Commissione Europea, all’interno del quale sarà sufficiente indicare la propria destinazione sulla mappa per poter visualizzare eventuali restrizioni o misure da rispettare.

Grazie a questi preziosi consigli, correlati anche dai suggerimenti che lo stesso portale online allega alle varie indicazioni, si potrà tornare, gradualmente, a rivivere il piacere di viaggiare!

Lascia una risposta