Turismo online: Travelodge e le offerte su Twitter

Quest’oggi sul blog Turismo Uninform torniamo a parlare ancora una volta diSocial Media e lo faremo condividendo con tutti i numerosi lettori del blogl’iniziativa – senza precedenti nel Regno Unito – avviata da Travelodge, brandassociato a numerose catene alberghiere low cost presenti in tutto il mondo ed operante in Inghilterra, Stati Uniti, Canada, Spagna, Irlanda ed Australia.

Ebbene, con l’intento di incoraggiare il piu’ possibile le prenotazioni in hotel situati in citta’ britanniche come Birmingham, Leeds, Manchester ed Edimburgo,Travelodge ha lanciato una singolare campagna promozionale indirizzata esclusivamente ai propri seguaci Twitter.

Nello specifico, a partire dalla prossima settimana, Travelodge mettera’ a disposizione un soggiorno da due notti da utilizzare entro e non oltre il prossimo weekend alla modica cifra di appena 50 sterline. L’offerta, che sara’ ovviamente diffusa su Twitter nei prossimi giorni, sara’ prenotabile esclusivamente daifollowers tramite il portale online ufficiale. Va precisato che l’iniziativa non sara’ limitata ad un arco di tempo specifico ma, al contrario, ogni settimana verra’ promossa una diversa destinazione turistica secondo le stesse modalita’ diprenotazione appena descritte.

Travelodge, che gestisce un portfolio di ben 452 hotel low cost sparsi tra Inghilterra, Irlanda e Spagna, ha fatto registrare quest’anno un volume diprenotazioni online superiore all’85%. Come se non bastasse, nel Settembre dello scorso anno, Travelodge dichiaro’ di essere diventato il primo brandd’hotel low cost ad avviare un processo di interazione e comunicazione con la clientela finale tramite Twitter. Alla luce di queste due considerazioni, lacampagna lanciata sul noto Social Network americano assume quindi una rilevanza non solo promozionale ma anche, e soprattutto, strategica.

Non e’ del resto un caso, infatti, che Charlie Herbert, Direttore E-Commerce diTravelodge, abbia riconosciuto l’intrinseco valore di Twitter non solo da una prospettiva comunicativa e, quindi, d’interazione con gli utenti, ma anche da un punto di vista piu’squisitamente commerciale grazie all’utilizzo di un canale,Twitter appunto, all’interno del quale poter posizionare contenuti promozionali, offerte ed occasioni dall’impatto immediato e di sicuro appeal. Utilizzando le sue parole, Twitterrappresenta uno strumento efficiente, moderno ed istantaneo per poter interagire con i nostri clienti“.

Il Turismo online si fa sempre piu’ 2.0 ed il ricorso ai Social Media ed ai servizi geo-localizzati da parte degli operatori turistici continua ad apparire la strada piu’ redditizia sia in termini di User Engagment che di conversioneprenotazioni. E tu, cosa ne pensi di Facebook, Twitter, Foursquare e di tutti gli altri Social Media piu’ utilizzati nel Turismo? Sei un professionista del settore turistico e desideri condividere la tua testimonianza? Raccontaci la tuaopinione al riguardo sul blog Turismo Uninform e lascia un tuo commento da condividere con tutti i lettori.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform

Commenta