Turismo online: l’epilogo dell’istruttoria Antitrust su Expedia, Opodo e Edreams

Gli affezionati e numerosi lettori del blog Turismo Uninform ricorderanno certamente che a Giugno dello scorso anno l´Autoritá Garante della concorrenza, meglio conosciuta come Antitrust, intraprese nei confronti di ExpediaOpodo e Edreams – celebri Online Travel Agency (OTA) internazionali – ben tre istruttorie per sospette pratiche commerciali scorrette.

 

Ebbene, dopo circa 9 mesi di accurate indagini e verifiche, L´Antitrust é ora giunta alla conclusione che Expedia, Opodo e Edreams avrebbero agito con poca trasparenza nei confronti dell´utenza finale applicando addebiti scorretti e diffondendo messaggi pubblicitari ingannevoli. Il totale delle multe sanzionate alle citate Online Travel Agency (OTA) ammonta a 415.000 euro.

Secondo quanto riportato dall´agenzia di stampa Reuters, l´Antitrust ha annunciato di aver giá provveduto a far modificare alle Online Travel Agency(OTA) interessate dal provvedimento sia le offerte che i termini di acquistoritenuti non conformi.

Va, inoltre, segnalato che le attivitá ritenute irregolari dall´Antitrust sarebbero state ravvisate durante indagini istruttorie separate anche grazie alle pressioni di FIAVET, la Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo che, nel frattempo, ha giá vinto un´azione legale nei confronti di Expedia rea di aver divulgato un claim pubblicitario lesivo degli interessi delle agenzie di viaggio tradizionali..

Inoltre, é sempre Fiavet – questa volta sostenuta anche da Assotravel – a ribadire il proprio impegno nei confronti di una maggiore trasparenza e chiarezza non solo dei messaggi pubblicitari divulgati ma anche, e soprattutto, delle offerte introdotte sul mercato turistico. In quest´ottica, l´obiettivo di entrambe le associazioni di settore risiede nel definitivo raggiungimento della pubblicazione di un prezzo di vendita globale, comprensivo quindi di tutte le sue diverse componenti.

Un obiettivo questo che, se raggiunto, contribuirá senza alcuna ombra di dubbio a favorire, da un lato, l´utilizzo di strategie distributive epromozionali chiare e di facile interpretazione per l´utenza finale e, dall´altro, la veicolazione di offerte estremamente efficaci e di immediatoacquisto sia online che offline.

Al di là delle considerazioni finali dell’Antitrust nei confronti delle tre Online Travel Agency (OTA) oggetto dei provvedimento del Garante, per le quali non si mette minimamente in discussione la loro buona fede e professionalità, soprattutto per aver saputo contribuire attivamente al consolidamento del mercato turistico sul web, si rende senza dubbio necessaria una profonda riflessione, da parte di tutti i soggetti della filiera distributiva turistica – siano essi online o offline – affinché l’utenza finale possa davvero beneficiare di un’offerta turistica dal pricing chiaro, trasparente e privo di alcuna ambiguità

Quali sono i tuoi commenti sulla vicenda delle tre Online Travel Agency(OTA) coinvolte nell´istruttoria intrapresa dall´Antitrust? Quali scenari si configurano ora per la distribuzione online europea e per i canali di prenotazione tradizionali? Quali strategie distributive e promozionaliadotteranno nel breve e medio periodo le Online Travel Agency (OTA) per reagire al colpo appena inferto dall´Autoritá Garante della concorrenza?

Sei un operatore turistico e vuoi raccontarci la tua testimonianza? Sei un appassionato di Travel 2.0 e desideri condividere la tua opinione con tutti i lettori del blog Turismo Uninform? Lascia un tuo commento sul blog e discutiamone insieme.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform

Lascia una risposta