Soggiorni di lusso con Airbnb e il nuovo progetto Luxe

Ormai è ufficiale: Airbnb entra definitivamente nel mercato dei soggiorni di lusso e lancia Luxe, la collezione di proprietà di alta gamma, ville, chalet, dimore di pregio e persino castelli, in grado di soddisfare le richieste e le esigenze di una clientela esclusiva come quella dei big spender.

Airbnb ha mosso i primi passi verso questa direzione nel 2017, quando ha acquisito Luxury Retreats, società canadese specializzata nel rental up level, con 4.000 proprietà in portfolio sparse nel mondo e un servizio concierge dedicato. Con questa prima importante mossa, la piattaforma di home sharing ha dimostrato la sua volontà di crescere e trasformarsi in un player globale, con un’offerta differenziata adatta al più ampio pubblico.

Oggi, per consolidare queste azioni, Airbnb lancia Luxe, il cui portfolio conta più di 2.000 proprietà selezionate dopo attente ispezioni, in cui si è tenuto conto di aspetti come il design, la location, la qualità degli interni e il numero di camere.

Ma oltre al fattore estetico, anche i servizi offerti agli ospiti seguono l’impostazione lusso e sono più attenti e personalizzati.

Al momento della prenotazione, ad esempio, il cliente può scegliere se affidarsi a un trip designer che lo accompagni nelle varie fasi del soggiorno, occupandosi di organizzare il check-in e di prenotare per lui servizi aggiuntivi di ogni genere. Il designer di viaggi potrà pianificare per l’ospite le attività da svolgere nella città di destinazione, prenotare servizi esclusivi come uno chef privato o un personal trainer, un autista o una babysitter, fino al maggiordomo e altro ancora.

“Con Airbnb Luxe – ha spiegato il co founder di Airbnb, Bran Chesky – applichiamo lo stesso approccio che abbiamo utilizzato da quando abbiamo lanciato Airbnb più di 11 anni fa, creando momenti di viaggio local, autentici e magici in posti incredibili, per ripensare il modo in cui le persone sperimentano viaggi di lusso.

Dopo essere entrata a pieno titolo nel mercato dei soggiorni di lusso, la piattaforma Airbnb non ha intenzione di arrestare la sua crescita. Conta infatti di aggiungere nuove strutture in almeno 12 grandi città, tra cui Milano, Parigi, Austin, Londra e Los Angeles.

Lascia una risposta