Case cantoniere, ecco il bando per la riqualificazione

Da 1 agosto 2016EVENTI & NOVITA'
Case cantoniere, ecco il bando per la riqualificazione

Case cantoniere su un territorio dove “viaggiare, fermarsi, riscoprire”. Ecco il motto dell’innovativo bando di riqualificazione delle case cantoniere. Il progetto nasce dal protocollo d’intesa tra Anas, Mibact, ministero dei Trasporti e Agenzia del Demanio.

Le case cantoniere caratterizzano fortemente il territorio italiano e diverranno il simbolo del turismo sostenibile e culturale.

“Piuttosto che dismettere edifici tipici del territorio italiano riusciamo a valorizzarli e a dare loro una nuova vita”.  Queste le parole di Dorina Bianchi, sottosegretario al Mibact con delega al turismo in riferimento al bando.  Obiettivo dell’iniziativa è rinnovare questi edifici che si ergono, ormai in abbandono, lungo le strade italiane, trasformandoli in alberghi, ristoranti e infopoint turistici. Il bando sulle case cantoniere, si inserisce nella strategia del Governo di rilancio del settore turistico attraverso percorsi turistici alternativi. Le case cantoniere Anas sparse sul territorio rientrate nel progetto sono ben 1.244. Le prime a interessare il progetto sono quelle che si trovano in prossimità di luoghi o itinerari turistici come la via Appia o il comune di Verres, sull’antica via Francigena.

“Si tratta di nuovo modo di fare turismo che guarda al piacere del viaggio e si rivolge a chi utilizza anche mezzi più lenti per andare da una sede all’altra guardando cosa c’è intorno alle strade”, dice il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani. Per gli interventi di ristrutturazione, Anas ha previsto un investimento di circa 7,5 milioni di euro in tre anni. Tali interventi contribuiranno a potenziare il valore del patrimonio aziendale e a conservarlo il più a lungo possibile. Con molti valori aggiunti come sostenere l’identità locale e creare al contempo occupazione e imprenditorialità.

L’obiettivo è quello di aprire la prima delle case cantoniere a partire da giugno 2017, con concessioni decennali. Le offerte dovranno essere inviate sul Portale Acquisti di Anas https://acquisti.stradeanas.it entro le ore 12 del 31 ottobre 2016.

 

 

Commenta