Le 10 qualità del perfetto receptionist

Le 10 qualità del perfetto receptionist

Entri in un hotel dove hai prenotato una camera, attraversi una hall elegante e ti avvicini al desk.
Il bancone di legno lucido e scuro, la campanella sulla destra. Premi, perché non c’è nessuno. In effetti un sorriso ti avrebbe fatto sentire più a tuo agio. Il receptionist, invece, arriva trafelato.

-Mi dica.
-Avrei una stanza prenotata.
-Nome?

Neanche un buongiorno. Rispondi e prendi le tue chiavi, dopo aver ricevuto sommarie indicazioni sul soggiorno e sbrigative informazione sui servizi. Ringrazi, ma mentre entri in ascensore hai la sensazione che quell’hotel non sia così accogliente come speravi.

You never get a second chance to make a first impressionOssia: non c’è mai una seconda occasione di fare una prima impressione, letteralmente. La prima impressione conta. È determinante in qualsiasi contesto. E naturalmente questo vale anche quando i clienti vengono accolti dal receptionist in hotel.

Se la hall è considerata il cuore dell’hotel, lo è anche la persona che si trova in reception.
Il suo sorriso, il garbo, la gentilezza e la disponibilità saranno determinanti per il soggiorno del cliente e per la sua redemptionL’ingresso del cliente in hotel è un momento fondamentale. La sua fidelizzazione comincia da qui.

Vediamo allora le 10 qualità del perfetto receptionist:

1. Attitudine a lavorare con il pubblico con disponibilità, cortesia e affidabilità.

2. Buona comunicazione e ottima capacità di ascolto del cliente.

3. Buona memoria: ricordare il nome del cliente, le sue richieste e le sue preferenze. Fare sentire il cliente unico è fondamentale.

4. Competenze linguistiche. L’inglese è fondamentale ma conoscere ulteriori lingue può fare la differenza.

5. Disporre delle conoscenze tecnico-informatiche di base, come l’utilizzo dei software gestionali utilizzati in struttura, per i quali è necessario ricevere la giusta formazione.

6. Saper gestire in modo puntuale e preciso gli aspetti amministrativi.

7. Capacità di gestione dello stress. In un hotel gli imprevisti sono all’ordine del giorno: calma e sangue freddo.

8. Conoscere bene aree e servizi dell’albergo, in modo da saperli proporre al cliente.

9. Coordinarsi con il resto del personale all’interno dell’hotel (servizi ai piani, ristorante, addetti alla spa o alle sale meeting, ecc.). La reception è il punto di raccordo fra tutti i reparti.

10. Saper gestire eventuali reclami.

Lascia una risposta