My Basilicata: una nuova app per il Turismo di Gerardo Fucci

prenotazioni mobile 2015 turismo

La redazione del blog Turismo Uninform Group è sempre attenta alle innovazioni tecnologiche ed in particolare a quelle che possono direttamente interagire con il mondo del Travel. Negli ultimi anni il modello di business del comparto turistico, declinato in ogni accezione, dall’hospitality  alla formazione e distribuzione , è interessato da uno straordinario processo di modernizzazione che muove, e non potrebbe essere altrimenti, verso la digitalizzazione.

E’ il web l’Eldorado di ogni player turistico.

E l’offerta turistica si propaga sempre più attraverso complicati algoritmiche dialogano con i dispositivi mobile dei 22 milioni di italiani che secondo l’Osservatorio Mobile Internet Content Apps del Politecnico di Milano solcano il mare magno del web.

Hotel, B&B, compagnie di crociera e vettori aerei, campeggi e località termali, già in massa presenti in ogni social Network, da Facebook aInstagram, piuttosto che Twitter, dovranno inevitabilmente raffinare le loro strategie distributive e promozionali e non potranno non dotarsi di una propria app.

Il termine, ormai a tutti noto, indica uno strumento quasi indispensabile per fruire di un servizio ritenuto desiderabile. Ne esistono ormai centinaia di migliaia. Già nel Maggio 2012, secondo uno studio di comScore, l’utilizzo di app mobile superava quello della navigazione web, rispettivamente il 51,1% contro il 49,8%. Fotografiamo, ascoltiamo la radio ed i consigli del nostro personal trainer, consultiamo il meteo e l’estratto conto, prenotiamoalberghi ed acquistiamo biglietti aerei e ferroviari, mentre sfogliamo le pagine del nostro quotidiano preferito.

E’ di tutta evidenza l’impatto, che l’utilizzo sempre più ampio di questi software, può generare nel campo del booking online, del web marketing,dell’intermediazione e promozione, dell’occupazione e formazionedell’intera filiera turistica.

Ha afferrato il concetto e l’opportunità, un giovane ed intraprendente lucano, Gerardo Fucci. La sua “app turisticaMy Basilicata, costituisce un fulgido esempio di un riuscito connubio tra innovazione, promozione turistica e business. L’applicazione, una guida turistica mobile della regione, completamente gratuita, si consulta off line e si aggiorna automaticamente quando trova una connessione internet. Grazie all’innovativo sistema Amerigo, fornisce all’utente, dopo aver analizzato una serie di fattori come l’ora, la posizione le condizioni meteo, le migliori soluzioni alle sue esigenze. Mappe leggerissime di tutta le regione di soli otto mb, orientano le scelte del turista, proponendogli siti di interesse,offerte per l’accoglienza e soluzioni per i trasporti, consigli per lo shopping e la  lifestyle.

L’adozione generalizzata di questi sistemi apre senza dubbio prospettive interessanti. I costi di sviluppo contenuti delle applicazioni, spostano l’ago della bilancia della produttività in favore della creatività ed intraprendenza.

La capacità di organizzare flussi complessi di informazioni in sistemi informatici essenziali, veloci e leggeri, può rivelarsi vincente in un momento di forte stagnazione economica.

Il comparto turistico dovrà saper capitalizzare le potenzialità tecnologiche. Come?

Che tu sia un operatore turistico di lungo corso o un appassionato ditecnologie MobileDigital MarketingWeb MarketingTravel 2.0, distribuzione onlinemotori di ricercameta-searchSocial Media eTurismo in generale, cosa proponi? Condividi con noi la tua testimonianza.

Pubblica subito un  commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai voce alle tue opinioni preoccupandoti, però, di segnalarci puntualmente tutti i tuoi suggerimenti, i tuoi consigli, le tue raccomandazioni e tutte quelle che ritieni essere le più efficaci best practice di riferimento. Sarà per noi del blog Turismo Uninform un autentico piacere poterne parlare diffusamente insieme ed approfondire, così, il dibattito dedicato al futuro delle tecnologie Mobile applicate al comparto turistico.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform Group

 

Un commento

  • Francesco ha detto:

    Spero che tutta questa tecnologia serva per abbattere i prezzi.
    Tour operator con i prezzi il 20% superiori alle offerte online dovrebbero essere ricononsciuti come truffatori e interdetti nella professione.

Commenta