Mete low cost e vicine: ecco le due località boom dell’estate

Da 13 luglio 2018TURISMO & VIAGGI
Mete low cost e vicine: Albania e Montenegro

Anche quest’anno “stessa spiaggia stesso mare”? Spagna, Grecia o, perché no, semplicemente Italia. In queste località si va sul sicuro, le destinazioni da visitare sono tante e offrono tutto ciò che ogni tipologia di viaggiatore può desiderare da una vacanza. Ma perché non cambiare? Ci sono dei luoghi molto vicini a casa nostra che potremmo non aver ancora esplorato e che hanno sicuramente tanto da regalarci e, da non sottovalutare, a costi molto interessanti.

Stiamo parlando di Albania e Montenegro, due destinazioni che hanno conosciuto negli ultimi anni un vero e proprio boom economico, andato di pari passo con una costante crescita del turismo. Solo a gennaio 2018 infatti, secondo le statistiche Instat – l’Istituto di Statistica dell’Albania – in Albania sono arrivati 232.000 turisti stranieri, ben 34,5% in più rispetto all’anno precedente. Dall’altro lato il Montenegro è entrato, nel 2017, nella classifica dell’Independent delle 12 mete turistiche europee da visitare.

Ma quali sono le ragioni di questo boom? Prima di tutto, Albania e Montenegro sono facilmente raggiungibili dall’Italia e dai principali bacini turistici d’Europa. Non essendo mete molto conosciute, offrono ancora un turismo non di massa, quindi molto apprezzato rispetto a quello che si trova nelle località più gettonate. Da non sottovalutare, poi, l’ottimo rapporto qualità prezzo (una camera doppia, in un hotel 4 stelle a Saranda, una delle principali mete turistiche in Albania, costa in media 65€). Infine, le attrazioni: c’è l’imbarazzo della scelta tra quelle naturalistiche e di stampo culturale (l’ultimo bilancio del Ministero del Turismo e dell’Ambiente Albanese ha contato in questo Paese ben 3390 attrazioni turistiche).

Ma non è tutto. Siamo in estate e non possono mancare le spiagge. Il Montenegro conta quasi 300 chilometri di bellissime spiagge ancora non inflazionate, quindi vivibili al meglio.

Ma vediamo qualche luogo che vale la pena visitare.

Partiamo da Berat, cittadina a circa due ore a sud di Tirana, patrimonio dell’Unesco dal 1992 e Kruja, l’antica capitale albanese, un piccolo borgo medievale dal quale si gode una bellissima vista sulle colline circostanti.

Spostandoci sulla costa, a sud del Paese, troviamo Saranda, tra le località più visitate e, poco più a nord, Porto Palermo. In questa piccola baia sorge anche un antico castello.

In Montenegro, imperdibile è Boka Kotoskar (o Bocche di Cattaro), il tratto di costa più bello, patrimonio dell’Unesco dal 1979. All’ingresso delle Bocche di Cattaro sorge Herceg Novi (per gli italiani Castelnuovo) località balneare che si affaccia sulla costa adriatica, a poca distanza dal confine con la Croazia.

Spostandosi verso il tratto di costa più interno si arriva a Perasto, una caratteristica località famosa per l’Isola di San Giorgio e l’Isola dello Scalpello, su cui sorge l’omonimo santuario.

Due mete low cost e a noi vicine che vale davvero la pena scoprire.

Leggi anche: Vacanze al mare in Europa. 12 mete alternative

Lascia una risposta