Maltempo e volo cancellato? Scopri cosa ti spetta

Da 2 marzo 2018TURISMO & VIAGGI
Maltempo, voli cancellati

Il maltempo di questi giorni non sta facendo sconti, in particolar modo al settore dei trasporti e non solo in Italia.

Anche per questo fine settimana sono previsti forti ritardi e cancellazioni, soprattutto di treni e aerei.

Avevi programmato di viaggiare proprio adesso ma il maltempo ti lascia a terra? C’è la Carta dei diritti del passeggero a tutelarti e a stabilire che tipo di assistenza ti spetta.

La prima cosa a cui hai diritto è l’informazione, tanto scontata quanto spesso trascurata. Il passeggero deve essere tempestivamente informato della situazione del proprio volo, tramite una mail, un sms o WhatsApp.

Nel caso in cui, però, il ritardo o la cancellazione vengano comunicati quando il passeggero è già in aeroporto, il vettore è tenuto a fornirgli tutti i servizi indispensabili, quali voucher per i pernottamenti, garantendo anche il tranfer tra hotel e aeroporto, e buoni pasto fino al momento della partenza.

La stessa assistenza, ovviamente, deve essere garantita nel caso di cancellazione o spostamento del volo di rientro. Attenzione, però. Se il vettore aereo non fa parte dell’Unione europea e l’aeroporto di partenza non è comunitario, il cliente non è coperto dalla Carta dei diritti del passeggero.

Un caso un po’ controverso e con una normativa meno chiara è quello dei voli consequenziali. Può capitare, che un volo venga soppresso o ritardato anche se l’aeroporto di partenza non si trova in una zona colpita dal maltempo. Questo succede, ad esempio, quando l’aeromobile che deve effettuare il volo si trova bloccato in un altro aeroporto. In questo caso, non c’è una soluzione unica. Tutto dipende, innanzitutto, dalla disponibilità o meno di un altro aeromobile che possa effettuare il viaggio. In caso positivo, la compagnia potrà agire in vari modi: preferirà coprire il costo di un eventuale rimborso ai passeggeri o quello dell’aereo aggiuntivo? A lei la scelta.

Quando si tratta di treni, invece, la situazione è molto più semplice. Agenzie di viaggio e compagnie sono sempre tenute a fornire le necessarie informazioni al cliente, ma l’obbligo di assistenza viene meno.

Lascia una risposta