Le vacanze invernali tra le mura del convento!

Religiosa

Al termine di un anno decisamente nero per il turismo arriva la proposta dell’associazione turistica Ospitalità Religiosa: fino al 30% in meno sul prezzo per i pernotti in strutture come conventi o eremi, ma non solo.

Un’iniziativa aperta a tutti

Sono circa 17mila le notti messe a disposizione, scontate del trenta percento, nei weekend da ottobre a marzo in Trentino, Sardegna, Piemonte e Sicilia, ma anche nelle mete più classiche, come Roma.

Ma i numeri sono in costante crescita con l’adesione di sempre più strutture. 

È decisamente un’iniziativa da prendere al volo per toccare con mano l’esperienza unica che solo una struttura religiosa o non profit può offrire. Lo slogan “Ospitiamo a braccia aperte”, lanciato dai gestori delle strutture, chiarisce quali sono i sentimenti che li animano per portare avanti un progetto non certo semplice, soprattutto in questo periodo di crisi sanitaria.

ReligiosaUna vacanza con fini caritatevoli 

L’obiettivo dell’iniziativa, patrocinata dall’Ufficio nazionale CEI per la Pastorale del Tempo libero, Turismo e Sport è “mostrare uno dei tanti volti belli della Chiesa” senza dimenticare i fini caritatevoli e lo spirito solidale che in queste circostanze rappresenta solo un plus, un motivo in più per aderire al progetto.

L’iniziativa è inoltre supportata dalla collaborazione di importanti realtà del mondo religioso e laico, come il CITS (Centro Italiano Turismo Sociale), il CTG (Centro Turistico Giovanile) e il CNEC (Centro Nazionale Economi di Comunità).

Per prendere parte sarà sufficiente visitare la sezione “Offerte Speciali”, con tanto di mappa interattiva, sul portale online ospitalitareligiosa.it e decidere quale sarà la prossima meta. 

Lascia una risposta