Crociere in Italia: il 2019 sarà un anno da record

Da 24 settembre 2018TURISMO & VIAGGI
crociere in Italia, 2019 anno da record

Buone notizie per il settore delle crociere in Italia. Il 2019, a quanto pare, ha tutte le carte in regola per presentarsi come un anno da record per i nostri porti.

Secondo i dati diffusi da Cemar Agency Network di Genova, nel corso dell’evento internazionale Seatrade Cruise Med tenutosi a Lisbona, ci sarà nel 2019 un incremento del +5,5% nel numero dei passeggeri rispetto al 2018, con il superamento di 11.500.000 persone movimentate.

Il merito di questo risultato, afferma Sergio Senesi, ex presidente di Cemar Agency Network, è in gran parte “delle nuove grandi unità da crociera che visiteranno il nostro Paese, con particolare riferimento alle navi di MSC Crociere, che manterranno gli scali durante il periodo invernale, con grandi risultati in termini di movimentazione passeggeri”. Ma anche i grandi porti giocheranno un ruolo fondamentale, “con strumenti più trasparenti e con una programmazione sviluppata in base alle reali possibilità, nel tentativo di superare i limiti strutturali delle banchine e dei servizi a terra”.

Senesi, nel corso della sua presentazione, lancia anche un’occhiata alle previsioni per questi ultimi mesi del 2018. L’anno in corso, a quanto pare, si chiuderà con 10.862.000 passeggeri movimentati (+7,32% rispetto al 2017) e 4.641 approdi (+1,13% rispetto al 2017) nei porti italiani. Civitavecchia si conferma di nuovo il principale porto crocieristico italiano. Seguono Venezia, Genova, Napoli, Savona e Livorno. Tra le regioni, invece, resta al primo posto la Liguria, come negli scorsi anni, seguita da Lazio e Veneto.

Tra le maggiori compagnie crocieristiche, la famosa MSC rivestirà un ruolo fondamentale nella crescita di questo settore prevista per il 2019. Uninform Group, grazie alla sua partnership con la MSC Crociere, consentirà agli allievi del Master in turismo, Master Tourism Quality Management, di sperimentare da vicino le azioni che mette quotidianamente in atto la compagnia per garantire la qualità del servizio sul mare. Come? Facendoli salire a bordo della nave ammiraglia MSC Meraviglia per una settimana didattica sul mondo delle crociere e sui settori ad esso collegati. Lezioni in aula, visite guidate, incontri con il personale di bordo e tanto altro. In questo modo, gli allievi del Master TQM potranno studiare direttamente sul campo la struttura e l’organizzazione interna di un sistema turistico complesso come quello di una nave da crociera, così promettente per l’anno che sta per arrivare.

Puoi trovare maggiori dettagli sul sito: www.uninform.com/master-turismo-tqm/. Le iscrizioni alla 42^ edizione del Master TQM sono ancora aperte.

Lascia una risposta