L’allieva Carolina Ghilardi e la sua “storia da raccontare”

Carolina Ghilardi, testimonianza Master Tourism Quality Management Uninform Group Milano

Quale miglior modo di raccontare il Master TQM se non attraverso le parole e le storie degli allievi? E la storia di oggi è quella di Carolina Ghilardi, che ha partecipato all’ultima edizione del Master TQM a Milano, rivestendo con dedizione il ruolo di tutor della sua classe. Per l’impegno dimostrato e gli ottimi risultati raggiunti, ha ottenuto il Mastery Award, il riconoscimento che Uninform Group conferisce ogni anno agli allievi più meritevoli e ora, dopo questa prima fase di formazione, è pronta a partire per il suo stage in Spagna.

Di cosa si occuperà? Come ha vissuto questi mesi di lezioni in aula e in crociera? Cosa ha imparato? Scopriamolo attraverso le sue parole. Vi lasciamo allora al piacevole racconto di Carolina Ghilardi sulla sua esperienza al Master TQM.

«Quando l’ultimo giorno di Master mi è stato chiesto un commento conclusivo su questo percorso, non ho potuto fare a meno di pensare: questa non è la conclusione, è il vero inizio.

Il corso, oltre alla formazione e preparazione in ambito di Management e Marketing dell’accoglienza, mi ha offerto una panoramica sul mondo del viaggio e del turismo, aprendomi un orizzonte di possibilità che prima non avevo considerato.

Da questo Master ho imparato che la forma mentis con cui si affrontano le nuove opportunità e il mondo del lavoro è la vera chiave per il successo: investire su me stessa e trovare la mia strada in questo ventaglio di possibilità è stato il primo passo per sentirmi realizzata.

Ho potuto conoscere professionisti provenienti da quasi tutta Italia, alcuni più aperti al confronto, altri più orientati all’insegnamento, alcuni più stimolanti, altri meno affini ai miei interessi. In generale comunque, il bagaglio di competenze, unito al legame coi compagni di corso e all’esperienza nuova della crociera mi hanno permesso di maturare e prendere consapevolezza di ciò che voglio essere e fare: sfruttare la conoscenza delle lingue per organizzare viaggi autentici e responsabili per coloro che, come me, bramano di vedere, conoscere e vivere davvero il mondo.

Si può ben immaginare il mio stato d’animo quando, al termine della fase d’aula, ho ricevuto una proposta di stage di sei mesi per una Destination Management Company di nicchia a Madrid: ansia, gioia, panico, entusiasmo, paura, adrenalina… un tripudio di emozioni contrastanti! 

Nel prendere la decisione mi son tornate in mente le parole di Marc Twain: “Tra vent’anni sarai più dispiaciuto per le cose che non hai fatto che per quelle che hai fatto. Quindi sciogli gli ormeggi, naviga lontano dal porto sicuro. Cattura i venti dell’opportunità nelle tue vele. Esplora. Sogna. Scopri.”

Ho scelto di farla mia, accettando. Ora ho una storia da raccontare.

P.S. A te che stai leggendo chiedo: quale vuoi che sia la tua?».

Lascia una risposta