A salvare l’Italia saranno gli italiani!

Italia

Il 2020 non sarà certo l’anno del turismo, complice la prevedibile carenza di turisti stranieri, ma i circa 45 milioni di viaggi che, ogni anno, gli italiani fanno all’estero quest’anno potranno essere recuperati nel Belpaese.

Primo obiettivo, recupero con il turismo domestico 

Secondo il bollettino bisettimanale dell’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, sarà proprio il turismo di prossimità a riportare entro i confini la quasi totalità degli italiani che nel 2019 ha optato per una vacanza all’estero.

Turismo di prossimità” non è solo uno slogan, ma la modalità di fare turismo più amata dagli italiani. Una piena ripresa, con la possibilità di incrementare ulteriormente i dati, non si vedrà prima di due anni. Sempre secondo l’analisi dell’ENIT, basterebbe guardare al prospetto degli arrivi dalla Cina che si ipotizza inferiore, rispetto allo scorso anno, con una riduzione dell’oltre 80%, per rendersi conto della portata della crisi. 

Consola, anche se in parte, apprendere che nel breve periodo ricomincino gli arrivi internazionali a corto raggio, che rappresentano il 56% del turismo internazionale. 

ItaliaL’Italia continua a conservare il suo appeal

Nonostante la crisi sanitaria, l’Italia turistica si riconferma come la più ricercata meta internazionale. Sui social, dall’inizio della pandemia, si contano un totale di 711 mila mention relative al Travel Italia, di cui 42 mila comparse sul web e 669 mila sui social, che hanno prodotto 197,3 milioni di interazioni equivalenti ad un investimento pari a 421,3 milioni di euro.

Insomma, in un momento tanto problematico per il turismo nazionale ci viene data la possibilità d’esser parte, buona parte, della soluzione. E se il Belpaese viene tanto elogiato dagli stranieri, anche in periodo di pandemia, è decisamente il caso che quest’anno a godersi l’Italia siano proprio gli italiani.

Lascia una risposta