Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Volare in America con 10 euro



Volare in America con 10 euro

La redazione del Blog Turismo Uninform è rimasta molto colpita dall’annuncio diMichael O’Leary visionario leader della più grande compagnia aerea a basso costo d’Europa.

Il manager della compagnia irlandese, ed avrete capito tutti di quale compagnia aerea stiamo parlando, durante una conferenza stampa dall’aeroporto di Pisa ha lanciato una formidabile sfida ai vettori concorrenti. Dieci euro per la tratta Pisa New York.

Si puo’ fare.

O’Leary ne è convinto. Nel giro di un anno ancora e si potrà volare Oltreoceano ad un prezzo veramente incredibile. La congiuntura economica è favorevole , il crollo del costo del petrolio gioca  il suo ruolo e l’aumento della flotta Ryanair a quaranta aerei dovrebbe garantire per il collaudato principio dell’economia di scala, la fattibilità di quello che non è una mera provocazione.

O’Leary del resto ci ha abituati ad incredibili performance, inventando di fatto il comparto delle compagnie aeree low cost, quando nel 1991 fu incaricato di occuparsi della ristrutturazione di Ryanair e di portarne ibilanci in attivo.

Ispirato dal modello statunitense utilizzato dalla concorrente Southwest Airlines, improntò la strategia della compagnia sull’offerta “tariffe basse/niente fronzoli” ed il brand irlandese iniziò davvero a decollare strappando fette di mercato importantissime alle compagnie aeree di bandiera che sino ad allora avevano detenuto il monopolio dei cieli europei.

I voli furono poi assegnati a piccoli aeroporti periferici desiderosi di aumentare il loro volume di traffico passeggeri e disposti a praticare in cambio tariffe concorrenziali per i decolli e gli atterraggi e milioni di persone iniziarono a viaggiare in aereo. Settantanove milioni nel 2012 per la precisione ed oggi Ryanair è ritenuta essere la compagnia aerea preferita dai viaggiatori europei.

Il progetto messo in piedi da O’Leary è avvincente e l’idea di atterrare a New York dall’Italia pagando un biglietto di soli dieici euro sta letteralmente elettrizzando l’esercito dei viaggiatori low cost. Il managerha anche fornito dettagli importanti in merito alla strategia di gestione degli scali italiani della Compagnia.

Ryanair potenzierà lo scalo di Pisa, con la fusione di quello di Firenze, el’hub toscano diventerà il “cuore pulsante” della compagnia in Italia.L’aeroporto di Bologna, non subirà invece alcun ridimensionamento in seguito al potenziamento programmato dello scalo di Peretola.

L’irlandese volante ha inoltre annunciato un record di prenotazioni estiveper il 2015 dallo scalo di  Pisa, da cui partirà anche una nuova tratta per Crotone, per un totale di 46 rotte, un traffico di circa 3 milioni di viaggiatori e un indotto ci circa 3 mila lavoratori.

L’iniziativa di Ryanair avrebbe naturalmente una ripercussione importante sull’intero mercato del travel aereo.

Potrebbe infatti innescare una vera e propria reazione a catena tra lecompagnie aeree concorrenti con l’effetto, graditissimo agli utenti, dicalmierare il mercato ed abbassare significativamente i costi delle tariffe transoceaniche.

L’effetto psicologico poi sarebbe davvero enorme. L’idea di poter volare in America con soli dieci euro si commenta da sé e l’incremento che potrebbe guadagnarne a livello generale la mobilità tra i “ due Mondi”, appare quasi rivoluzionario. Cadrebbe in effetti una barriera emotiva e di natura economica rilevantissima che si potrebbe tradurre nell’avveramento dei sogni di milioni di viaggiatori nel mondo che diventerebbe davvero, d’unu tratto, ancora più piccolo.

La redazione del Blog Turismo Uninform provvederà immediatamente allaprenotazione di un volo Ryanair per New York e voi? Cosa aspettate? Non aspettate di volare a New York per lasciare il vostro commento e la vostra opinione in merito all’epocale annuncio di O’Leary, fatelo subito, diteci cosa ne pensate.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa