Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Nel 2017 viaggio solo…in compagnia del mio smartphone



Nel 2017 viaggio solo…in compagnia del mio smartphone

Viaggiare da solo. Per alcuni può sembrare triste, per altri noioso, per altri ancora, invece, risulta un’ottima soluzione per vivere al meglio il proprio viaggio.

Lo sostiene Booking.com a seguito di un sondaggio effettuato su 15mila persone nel mondo. La nuova tendenza sembra essere proprio questa: “viaggio solo; l’unica compagnia? I miei amici virtuali”.

I dati rivelano che il 30% degli intervistati ha intenzione di intraprendere per la prima volta un viaggio in solitaria nel corso del 2017. Da una parte c’è la voglia di vedere il mondo confrontandosi solo con se stessi, dall’altra emerge invece una motivazione piuttosto curiosa. Soprattutto per quanto riguarda la fascia d’età compresa fra i 18 e i 34 anni, la spinta maggiore ad intraprendere un viaggio da soli (34%) viene dalla possibilità di condividere sul web luoghi e momenti vissuti, pubblicando foto sempre nuove sui famigerati social network.

Insomma, viaggiare sì senza compagnia, in una relazione unica ed esclusiva con se stessi, ma senza rinunciare del tutto ad una socialità, che diventa però tutta virtuale.

Ma quali sono le mete scelte dai viaggiatori solitari? L’indagine di Booking.com racconta che l’80% di loro desidera visitare destinazioni estere d’oltremare: dall’Australia agli Stati Uniti, e ancora Canada, Cina, Argentina, Giappone e Bahamas. Uniche mete europee che rientrano in questa speciale top ten, Germania e Austria.

Per quanto riguarda invece il ruolo rivestito dai social media in questo particolare trend, se da una parte rappresentano il “contesto” per vivere una forma di socialità virtuale, dall’altro sono gli strumenti che maggiormente condizionano proprio le scelte di viaggio. Il 44% dei Millennials, infatti, conferma di avvalersi dei social per scegliere la destinazione della prossima vacanza, e oltre la metà (il 55%) trae ispirazione da quanto visto sui vari network per pianificare nuove esperienze di viaggio.

Che anche le classiche vacanze in compagnia del gruppo di amici o in famiglia stiano passando di moda? Chi lo sa. Intanto chi organizza viaggi è il caso che inizi a pensarne qualcuno fatto apposta per chi vuole godersi da solo le emozioni della propria vacanza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa