Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo online: Skyscanner e l’attitudine all’acquisto via web



Che il Turismo online – o ancora meglio la consolidata pratica dellaprenotazione e dell’acquisto di prodotti turistici tramite canale elettronico – si vada configurando sempre di più come un mercato particolarmente dinamico, ricco di enormi potenzialità ed in continua espansione è cosa fin troppo nota, tanto che questo trend continua ad essere confermato ed accreditato da una pluralità di fonti, sia istituzionali che private.

Se paragonata poi ai canali distributivi tradizionali, questa tendenza assume una rilevanza ancora maggiore ed è proprio questo l’argomento che affronteremo quest’oggi sul blog Turismo Uninform, con particolare riferimento allo studio recentemente pubblicato da Skyscanner, il noto portale scozzese in attività dal 2001 e specializzato nella comparazione di tariffe aeree e, solo successivamente, di hotel e autonoleggio (Rent a Car).

Prima di passare all’analisi dei risultati emersi dall’indagine condotta daSkyscanner, è bene precisare che l’aggregatore di tariffe aeree scozzese permette unicamente la mera comparazione di quest’ultime, inibendone di fatto l’acquisto da parte dell’utente finale, il quale sarà poi reindirizzato sul sito webdella compagnia area o dell’intermedio che ha pubblicato la migliore offerta per l’eventuale conclusione dell’acquisto online. In quest’ottica, i dati rivelano untrend di consumo ancora più significativo poichè non limitato esclusivamente alla fase di prenotazione ed acquisto ma anche, e soprattutto, per quanto riguarda la fase di shopping.

Ebbene, stando ai dati divulgati da Skyscanner, l’estate 2010 è stata caratterizzata da un enorme volume di ricerche online tese al reperimento della migliore tariffa disponibile sulla piazza virtuale di Internet. Del resto, il mercato del Turismo online è diventato talmente “appetitoso” da attirare non solo una schiera sempre più numerosa di operatori turistici sempre più desiderosi di cavalcare l’onda della distribuzione online, ma di convogliare anche l’attenzione dei professionisti di Turismo in eventi creati ad hoc come l’oramai celebre BTO (Buy Tourism Online) che si terrà a Firenze il 18 e 19 Novembre.

Con particolare riferimento al mercato italiano, secondo Skyscanner sono state oltre 22 milioni le ricerche online effettuate dagli utenti nell’arco di tempo compreso tra Agosto 2009 ed Agosto 2010, e tra le mete più richieste non manca di certo qualche clamorosa sorpresa.

E infatti, sebbene ai vertici della classifica delle 50 destinazioni più gettonate si confermino ancora una volta i grandi hub europei e le celebri capitali dal fascino intramontabile come, nell’ordine, Londra, Milano, Parigi e Roma, destinazioni secondarie come Catania, Olbia, Brindisi e Alghero  frutto anche delle politiche di posizionamento delle compagnie aeree low cost, si attestano, rispettivamente, a 8°, 26°, 31° e 42° posto della classifica. In netto recupero anche Monaco che, grazie all’Oktober Fest, fa registrare la 27° posizione, ben al di sopra di altre capitali nordiche come Copenhagen e Stoccolma.

I dati appena esposti sono altresì confermati anche dal rapporto ENAC 2010con il quale l’ente certifica non solo una crescita in termini di traffico aereo a favore degli aeroporti più piccoli rispetto ai principali, ma anche un incremento dei passeggeri pari al 50% per gli scali di Brindisi, Trapani e Cuneo, sebbene ancora una volta l’aumento sia dovuto principalmente ai vettori low cost.

Più in generale, comunque, l’estate 2010 ha rappresentato complessivamente un periodo estremamente positivo per i cieli italiani tanto che i voli, come certificato ancora una volta dall’ENAC, sono aumentati del 10% rispetto alla media europea attestatasi, invece, al 6%. Inoltre, anche sul fronte dei reclami e dei bagagli smarriti il trend risulta essere positivo facendo registrare, infatti, un -30% dei volumi rispetto all’anno precedente.

Insomma, la ricerca di Skyscanner dimostra come il Turismo online, in particolare per i voli e gli hotel, continui ad attirare e conquistare segmenti di mercato sempre più ampi. E tu, quale canale utilizzi per la prenotazione di unhotel e/ di un volo? Con quale frequenza effettui una prenotazione online? Quale futuro intravedi per la distribuzione online e quella tradizionale? Condividi la tua opinione con tutti i lettori del blog Turismo Uninform e segnalaci la tua testimonianza. Ogni tuo commento sarà utile per aprire un dibattito con tutti i professionisti del Turismo.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa