Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo online: potenziare visibilità e comunicazione sul web



Quello del Turismo online, lo ripetiamo oramai da lunghissimo tempo sul nostro blog, é un settore particolarmente competitivo, caratterizzato da una marcata, fluttuante volatilitá delle prenotazioni e da un esasperato, controverso e talvolta eccessivo dinamismo nei confronti del processo decisionale che conduce l´utenza finale all´acquisto.

 

Ebbene. alla luce di queste elementari considerazioni preliminari, risulta quindi evidente come un´attenta e scrupolosa gestione di tutte le leve commerciali e promozionali al servizio del Turismo online – cosí come l´ottimizzazione degli strumenti a disposizione del Travel 2.0 – costituisca non solo la chiave del successo di qualsiasi realtá turistica operante sul web, ma anche – e soprattutto – la base dalla quale partire per poter elaborare una efficace strategia distributiva.

 

Tra i numerosi studi dedicati a questo avvincente tema, il blog Turismo Uninform ne ha scelto uno di recente pubblicazione all´interno del quale vengono evidenziate analiticamente tutte quelle criticitá che, se non affrontate opportunamente, comportano un deterioramento piuttosto significativo non solo delle presenze online, ma anche delle prenotazioni dirette.

 

La Art of Online Marketing – é questo il nome della societá di consulenza australiana che ha redatto la studio oggetto di discussione quest´oggi sul blog Turismo Uninform – ha individuato una serie di aree di intervento, sia commerciali che promozionali e comunicazionali, con le quali migliorare l´interazione sul web con la propria utenza finale. Vediamole nel dettaglio.

 

La prima criticitá individuata dall´analisi – e per la quale si nutrono le maggiori perplessitá – riguarda le modalitá con cui una determinata realtá turistica (sia essa una struttura ricettiva, un hotel, una compagnia aerea, un agriturismo, una compagnia di crociere, un villaggio, un resort, ecc.) decide di essere presente sul web.

 

In effetti, il sito web risulta essere il maggiore entry point dal quale avviare i processi di interazione con la potenziale utenza e va da sé che dovrá essere prestata una particolare attenzione nei confronti della qualitá dei contenuti pubblicati, dell´usabilitá e della corretta funzionalitá del sito web. In questo modo, non solo aumenteranno le probabilitá che l´acquisto di un determinatoprodotto turistico vada a buon fine, ma migliorerá anche la percezione generale dell´utente persuaso dalla facilitá di navigazione e reperimento delle informazioni.

 

Il secondo punto emerso dallo ricerca di Art of Online Marketing riguarda, invece, la sensibilitá nei confronti dei cosiddetti User Generated Content(UGC), ovvero tutti quei contenuti generati spontaneamente dagli utenti e piú generalmente noti come recensionicommentiopinioni, suggerimenti, consigli, ecc.

 

Ebbene, dall´analisi dei risultati emerge che la crescita a livello mondiale diSocial Media del calibro di FacebookTwitterTripadvisorFlickr,Linkedin, ecc. ha imposto agli operatori turistici online una serie di necessitá e tempistiche non piú trascurabili. In quest´ottica, il blog Turismo Uninform desidera evidenziare come il corretto ed immediato follow up ai commenti e recensioni degli utenti rappresenti senza ombra di dubbio un approccio efficace e di sicuro impatto nei confronti della propria clientela.

 

Spostandoci ad un livello piú squisitamente comunicazionale, l´indagine rivela come la pratica dello spam indiscriminato da un lato e la scarsa reattivitá nei confronti delle richieste dei clienti dall´altra, costituiscano entrambe aree di particolare criticitá.

 

In questi casi il blog Turismo Uninform suggerisce un approccio che contempli, rispettivamente, l´utilizzo periodico di database targhetizzati percluster (ed espressamente autorizzati dall´utenza) e l´implementazione di strumenti come, ad esempio, la live chat o Twitter. In questo modo, la privacy degli utenti sará rispettata ed il loro bisogno di attenzione gratificato.

 

L´ultima aspetto critico identificato dalla societá australiana riguarda, invece, un ambito decisamente piú commerciale, nello specifico la trasparenza delle offerte e delle promozioni. In effetti, capita molto spesso di imbattersi in tariffe promozionali che promettono vacanze e/o soggiorni a prezzi particolarmente vantaggiosi per scoprire poi che, nella maggior parte dei casi, si tratta delle cosiddette offerte civetta.

 

Questa pratica commericale – oltre a ingenerare un profondo senso di sfiducia non solo per l´hotel in questione ma per l´intero comparto del Turismo online – comporta dei rischi molto elevati in termini di Brand Awareness eUser Engagement poiché facilmente divulgabile sui canali Social che, lo ricordiamo, continuano a rappresentare una delle maggiori fonte informative per le vacanze.

 

L´intero comparto del Turismo online continua ad evolvere a ritmi incalzanti e la rapiditá con cui gli operatori turistici saranno in grado di mutare ed adattare le loro strategie distributive e promozionali ne determinerà il successo imprenditoriale.

 

E tu cosa ne pensi dello scenario distributivo online ? Sei un professionista del Turismo online e desideri condividere la tua testimonianza con tutti i lettori del blog Turismo Uninform ? Lascia un tuo commento e dai voce alla tua opinione.

 

Continua a seguire il blog Turismo Uninform

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa