Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo online: nasce Google Flights



Turismo online: nasce Google Flights

Ricordate quando, alcuni mesi, fa il blog Turismo Uninform si occupò della tanto dibattutaacquisizione di ITA Software da parte del leader di mercato delle ricerche online, l’onnipresente Google?

In quelle occasioni, ci preme sottolinearlo, non ci si limitò ad evidenziare ai lettori la delicatezza commerciale dell’operazione (desideriamo ricordare che ITA Software  è il fornitore mondiale di tecnologia per i servizi di ricerca, comparazione, prenotazione ed acquisto di biglietteria aereaper numerose OTA internazionali e per una infinita serie di siti webspecializzati in viaggi e Travel 2.0), ma anche tutte le implicazioni per l’intero comparto del Turismo online tanto da attirare seriamente l’attenzione della Federal Trade Commission (FTC), ovvero l’Authority Antitrust statunitense, chiamata a verificarne la legittimità.

Ebbene, la definitiva acquisizione di ITA Software da parte di Google comincia finalmente a dare i primi frutti e quest’oggi il blog Turismo Uninform desidera condividere con i numerosi ed affezionati lettori proprio le ultime novità che riguardano il motore di ricerca più famoso ed utilizzato al mondo.

L’interesse di Google per il mercato del Turismo online è cosa oramai ben nota agli operatori turistici, Online Travel Agency (OTA) comprese, ed operazioni come quella rappresentata dall’acquisizione di ITA Software eZagat (celebre guida turistica dedicata alla ristorazione in attività dal 1979) o, ancora, dal lancio del servizio Google Hotel Finder ne sono la dimostrazione più efficace.

Il coinvolgimento del motore di ricerca di Mountain View in ambito Travel si arricchisce ora di un nuovo capitolo grazie alla recentissima introduzione di un nuovissimo servizio, questa volta dedicato al segmento aereo, Google Flights.

Riservato alla ricerca, prenotazione ed acquisto di voli online, e in competizione diretta con Kayak e Bing, Google Flights è attualmente in beta test e sarà inizialmente accessibile soltanto ad una ristretta cerchia di città statunitensi per essere poi successivamente esteso a tutto il territorio americano e, in seguito, quasi certamente ad altri Paesi. Ma vediamone pure insieme le caratteristiche più salienti.

Prima di passare, però, in rassegna gli elementi distintivi del nuovissimo servizio Travel di casa Google, il blog Turismo Uninform desidera evidenziare il basso profilo ed il tono sommesso con cui Google Flights è stato lanciato. Come nelle migliori tradizioni di Mountain View, infatti, non è apparso alcun comunicato stampa che annunciasse il lancio della nuova applicazione, né tantomeno è stato dato particolare rilievo sui media pubblicitari in modo da non alimentare inutilmente nuove polemiche.

A prima vista l’interfaccia di ricerca, prenotazione ed acquisto volisviluppata da Google e ITA Software non presenta caratteristiche grafiche o di funzionamento particolarmente distintivi rispetto ai concorrenti principali ma, senza dubbio, colpisce la velocità di download dei dati (soprattutto se paragonata a quella proposta da Bing) e cattura l’attenzione una serie di filtri piuttosto interessanti.

Nello specifico, Google Flights si presenta con una interfaccia webpiuttosto essenziale con la quale l’utente può selezionare l’aeroporto di partenza e di arrivo, la data del viaggio ed eventualmente la fascia diprezzo più appropriata al proprio budget di spesa.

In pochissimi secondi il sistema propone una lista di soluzioni raggruppate per prezzo ed ordinabili autonomamente sulla base di molteplici filtri, compreso un selettore di date che offre la possibilità di individuare l’alternativa di viaggio più economica. Ogni risultato di ricerca ha a disposizione un pulsante con il quale l’utente può accedere alla pagina webdella compagnia aerea desiderata e completare, così, il processo diacquisto del volo più idoneo alle proprie esigenze.

Ed è proprio su questa modalità di acquisto che Google introduce un elemento di forte innovazione sul mercato della ricerca, prenotazione edacquisto di biglietteria aerea. La fonte del link necessario per laprenotazione, infatti, può provenire direttamente dalle campagne di Advertising realizzate dalle compagnie aree tramite AdWords ricevendo, così, una sponsorizzazione diretta in fase di booking dei voli.

 

Se il nuovo servizio Travel di Google consente all’utenza finale una maggiore velocità di download ed un approccio alla ricerca estremamente semplice, non mancano, però, le polemiche in quanto Google Flightsesclude i risultati provenienti dalle Online Travel Agency (OTA).

 

E’ questa una questione su cui riflettere profondamente in quanto i prezzie le informazioni disponibili su Google Flights sarebbero a questo punto del tutto parziali, o se preferite incomplete, ed avvantaggerebbero fortemente le strategie distributive e promozionali delle compagnie aeree.

 

Al di là di queste considerazioni di natura squisitamente strategica, un dato è certo: Google mira al consolidamento del proprio posizionamento in ambito Travel in tutte le fasi di pianificazione del viaggio, dalla ricerca di un hotel o di un volo fino alla consultazione e condivisione delle opinioni, delle recensioni e dei commenti degli utenti.

 

Che opinione ti sei fatto in merito alla strategia di sviluppo di Google nel comparto del Turismo online? Quali scenari intravedi per la distribuzione online nel breve e medio periodo? Come reagiranno i competitor diretti e, soprattutto, le Online Travel Agency (OTA)? In definitiva, come muterà il mercato del Travel 2.0 e quali implicazioni reali ci saranno per l’utenza finale?

 

Che tu sia un operatore turistico di lungo corso o un fervido appassionato di Turismo, raccontaci la tua testimonianza professionale e condividila con tutti i lettori del blog Turismo Uninform. Pubblica quindi un tuo commentoe segnalaci le tue opinioni ed i tuoi suggerimenti. Saremo lieti di approfondire il dibattito sul futuro del Turismo online.

 

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa