Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo online: nasce FairSearch.org



I numerosi lettori del blog Turismo Uninform ricorderanno certamente quando, un paio di mesi fa, si parlò dell’offerta d’acquisto presentata daGoogle nei confronti della società ITA Software, azienda leader a livello mondiale nel campo della progettazione e produzione di strumenti per la ricerca, la comparazione e la prenotazione di voli online.

All’epoca, sulle pagine del nostro blog, si sottolineò più volte non solo il carattere fortemente innovativo e rivoluzionario che un’operazione di talent acquisition di tale portata avrebbe introdotto nei confronti del Turismo online e delle modalità di ricerca fino ad allora utilizzate dagli utenti web, ma allo stesso modo si evidenziò altresì il ruolo strategico, sempre più totalizzante, assunto dal gigante di Mountain View relativamente aicompetitors diretti ed indiretti.

Ebbene proprio i competitors, nei giorni scorsi, si sono uniti dando vita ad una coalizione ribattezzata FairSearch.org il cui scopo risiede in un’opera di contrasto dell’iniziativa intrapresa da Google nell’ambito della ricerca onlinedi prodotti turistici. Tra i soggetti che hanno aderito al nuovo gruppo figurano da un lato note Online Travel Agency (OTA) di fama internazionale come Expedia, Travelocity, Farelogix, e dall’altra realtà web del calibro diTripadvisor, Sabre, SideStep, Hotwire.com e Kayak.com.

Da quanto si apprende dai comunicati stampa, FairSearch.org si descrive come “un gruppo di aziende unite per sostenere un sano futuro della Rete all’interno della quale le grandi scelte dei consumatori e lo sviluppo economico siano entrambi guidati dalla concorrenza, dalla trasparenza e dall’innovazione nel mondo della ricerca online“.

I principi ispiratori cui FairSearch.org anela nel campo della ricerca onlinesono essenzialmente due. Vediamoli entrambi nel dettaglio.

Il primo si riferisce alla trasparenza. Secondo questo principio, infatti,FairSearch.org ritiene che i consumatori, e non i motori di ricerca, dovrebbereo essere i soggetti in grado di determinare i players vincenti del mercato. Del resto, la trasparenza garantisce ai consumatori maggiore concorrenza grazie all’azione fortemente innovativa che le aziende devono sostenere per assicurarsi un posizionamento adeguato e, nel caso in cui gli algoritmi dei motori di ricerca dovessero essere in grado di manipolare – discriminando – i risultati di ricerca, saranno gli stessi consumatori a pagarne direttamente le conseguenze.

Il secondo principio si basa, invece, sull’innovazione, ulteriore elemento in grado di stimolare il mercato sotto il profilo dell’ideazione, progettazione e sviluppo costante di soluzioni più idonee ed efficaci nel campo della ricerca online. In altre parole, maggiore è il livello di innovazione introdotto nel comparto del Travel 2.0, maggiore sarà il livello di concorrenza tra i players del mercato. Del resto, il buon senso impone che a nessuna società, tantomeno a Google, venga concesso di sfruttare la propria posizione dominante per escludere i competitors dal mercato, soprattutto in segmenti che resentano volumi di traffico particolarmente elevati come il Travel 2.0.  

Secondo Fairsearch.org, quindi, la proposta di acquisiione nei confronti diITA Software presentata da Google, non solo minerebbe la natura concorrenziale del mercato della ricerca online, ma causerebbe altresì una minore varietà di scelta e tariffe medie più elevate nei confronti dei consumatori.

Stando alle dichiarazioni raccolte in Rete, Google controlla il 72% del totale delle ricerche online e ben il 77% della raccolta pubblicitaria negli Stati Uniti. Senza dubbio questi dati esprimono un ruolo fortemente dominante di Google all’interno del complesso ecosistema Internet e la strategia di acquisizione avviata dal gigante di Mountain View preoccupa più di qualcuno in termini di sana concorrenza online.

E tu cosa ne pensi? Sei un professionista del Travel 2.0 e desideri condividere la tua testimonianza con tutti i lettori del blog Turismo Uninform? Che tu sia un operatore turistico professionista o un appassionato di Turismo online, raccontaci la tua opinione e lascia un tuo commento sul blog. Saremo lieti di discuterne insieme.

Continua a seguire il blog turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa