Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo online: le nuove frontiere secondo Google



Turismo online: le nuove frontiere secondo Google

Google, il celebre motore di ricerca che tanto ha influenzato le abitudini dei consumatori e dei viaggiatoridi tutto il mondo, non va in vacanzanemmeno inestate tanto che proprio in questi giorni è tornato ancora una volta a far parlare di sé grazie al rilascio di nuove ed interessanti funzionalità e di importanti acquisizionidestinate a modificare profondamente lo scenario futuro del Travel 2.0.

Pertanto, quest’oggi, il blog Turismo Uninform desidera dedicare il proprio intervento esattamente alle evidenti strategie di verticalizzazione che la celebre azienda di Mountain View ha definitivamente intrapreso nei confronti del Turismo online.

E’ soltanto di pochi giorni fa, infatti, la notizia relativa all’acquisizioneoperata da Google nei confronti di Waze, una nota applicazione mobileche opera nell’effervescente ed eterogeno mercato dei GPS ma in grado di proporsi agli utenti in una chiave assolutamente “Social oriented” dato che le indicazioni e le informazioni disponibili sulla viabilità e sul traffico giungono in tempo reale grazie ai preziosi contributi degli utenti.

Secondo rumours di settore piuttosto accreditati, però, pare che siaFacebook che Apple avessero già la scalata a Waze ma con un investimento pari a 1,3 miliardi di dollari Google ha sbaragliato qualsiasi concorrenza consolidando, così, la propria leadership in fatto di Mappe e, soprattutto, di Geolocalizzazione.

Per chi non conosca ancora Waze, il blog Turismo Uninform desidera richiamare l’attenzione degli affezionati e sempre più numerosi lettori sul fatto che l’applicazione mobile appena acquisita da Google è nata nel 2007 in Israele dal genio creativo di Amir Shinar, Uri Levine e Ehud Shabtai e può contare ad oggi su un volume di utenti attivi pari a 47 milioni distribuiti in ben 190 Paesi. Grazie alla sua diffusione Waze è ovviamente disponibile per i dispositivi mobili più diffusi quali iOS, Android e BlackBerry.

Va, inoltre, sottolineato che il progetto alla base di Waze è stato sviluppato con una finalità ben precisa, tra l’altro pienamente centrata: funzionalità di navigazione impreziosite dalla confluenza di dati pubblicati direttamente dall’utenza. Non a caso, infatti, Waze rappresenta oggi l’unicaapplicazione mobile di geolocalizzazione e navigazione completamente social in grado di offrire dati del tutto inesistenti su altri dispositivi GPS e che non sfrutta le mappe di terze parti.

Come se non bastasse, poi, la gratuità dei servizi erogati da Waze ha definitivamente consacrato quest’applicazione mobile come icona all’interno del mercato dei servizi di navigazione GPS tanto da riscuotere un successo planetario.

Ora che Waze è passata nella mani di Google il servizio non cesserà certamente di esistere. Al contrario. Muovendosi su un piano difensivistico della propria leadership nei confronti dei competitor principali piuttosto che di un reale e concreto potenziamento della propria offerta geolocalizzata,Google renderà comunque possibile l’integrazione delle innovative funzionalità di Waze con le celebri Mappe Google, congiuntamente alle relative applicazioni mobile già esistenti.

Il blog Turismo Uninform desidera sottolineare particolarmente il valore dell’acquisizione di Waze portata avanti da Google non solo per quanto riguarda gli evidenti risvolti Social, ma anche, e soprattutto, in chiave di potenziamento del “Local Advertising” e Mobile Advertising, senza alcuna ombra di dubbio due dei canali di redditività a maggior potenziale di crescita per il motore di ricerca più famoso al mondo.

Del resto, il servizio Mappe, così come per il resto dell’offerta geolocalizzata di Mountain View, resta uno degli asset strategici di maggiore impatto all’interno della strategia di revenue realizzata daGoogle tanto che gli aggiornamenti vengono oramai rilasciati dal colosso delle ricerche online con una cadenza quasi giornaliera. Al riguardo, si segnala che sul blog di AdWords sono stati recentemente pubblicati i dettagli di una nuovissima funzionalità appena rilasciata da Google in materia di Mobile Advertising.

Nello specifico, infatti, nel momento in cui un utente cercherà da un’applicazione Google una determinata località utilizzando un dispositivo mobile, il sistema sarà in grado di generare un’inserzione pubblicitaria in fondo alla schermata al cui interno saranno presenti un titolo descrittivo dell’azienda vicina alla località cercata, un testo promozionale del servizio offerto ed un link con le indicazioni per raggiungere l’attività oggetto dellapromozione. Il click sull’inserzione genererà poi una serie di informazioni aggiuntive come, per esempio, le valutazioni e recensioni degli utenti, gli orari di apertura, i commenti ricevuti e così via.

Insomma, il futuro del Travel 2.0 è in continuo fermento e Google sembra assolutamente intenzionato ad assumere sempre di più un ruolo di indiscutibile leadership. Tocca ora a noi, operatori turistici, comprendere meglio le dinamiche della nuova distribuzione online e trarre ispirazioni per strategie distributive e promozionali sempre più ispirate allamulticanalità.

E tu, cosa ne pensi delle ultime mosse di Google? In che modo utilizzi ilMobile Advertising ed il Local Advertising per la tua realtà turistica? Quale peso assumono le nuove evoluzioni della distribuzione onlineall’interno delle tue strategie promozionali?

Che tu sia un operatore turistico di lungo corso o un appassionato di Web Marketing, distribuzione online, Travel 2.0, Turismo online, Mobile Marketing, Mobile Advertising, motori di ricerca, Social Media e Turismoin generale, raccontaci la tua testimonianza in presa diretta e condividila immediatamente con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai pure voce a tutte le tue opinioni premurandoti di segnalare ogni tuosuggerimento, consiglio, raccomandazione e best practice di riferimento. Saremo lieti di poterne discutere insieme ed approfondire il dibattito dedicato al futuro della distribuzione online.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa