Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo online: i GDS rinunciano alle OTA



Quest’oggi sul blog Turismo Uninform torniamo a parlare di Online Travel Agencies (OTA), un segmento del comparto turistico particolarmente dinamico e fortemente in crescita, ma che nell’ultimo anno ha dovuto attraversare una serie di importanti assestamenti da un punto di vista societario.

Ed in effetti, dopo aver assistito nel corso dell’anno alla cessione di Edreams al noto fondo Permira – avvenuta per la ragguardevole cifra di circa 300 milioni di euro – ed alla vendita di Go Voyages, ora controllata da Axa Private Equity, questo 2010 sembra portare novità anche in casa Opodo e, quindi, ancora una volta nel mercato del Turismo online.

Nelle ultime settimane, infatti, si sono intensificate le voci relative ad una probabile cessione di Opodo da parte del GDS Amadeus il quale, intenzionato ad immettere sul mercato ben il 99,4% del capitale dell’Online Travel Agency (OTA) di sua proprietà, avrebbe già nominato come advisor dell’intera operazione la nota società JP Morgan.

Stando a quanto riportato dai media inglesi, Opodo rapresenterebbe appena un 4% dell’intero volume d’affari del GDS europeo e, proprio a fronte degli esigui risultati, non sarebbe considerata un asset strategico per l’azienda. Inoltre, sempre citando le stesse fonti britanniche, la Online Travel Agency di casaAmadeus dal 2004 avrebbe messo a segno nei primi sei mesi dell’anno un EBITDA(margine operativo lordo) pari a 17, 2 milioni di euro, ben poca cosa rispetto alle performances del suo competitor principale, Expedia, che si è attestato su valori 9 volte superiori.

Come ribadito più volte per questo settore del Turismo, siamo di fronte ad uno scenario competitivo estremamente dinamico ed in costante evoluzione. Infatti, se in passato si è assistito frequentemente a fenomeni di aggregazione ed acquisizione di Online Travel Agencies da parte di tutti i maggiori GDS – fenomeni, questi, dettati da ragioni di natura squisitamente strategica in virtù, da un lato, della difesa del proprio core business e, dall’altro, di posizionamento in un mercato all’epoca e tuttora emergente e dalle mille potenzialità -, ai giorni nostri il trend sembra essersi invertito dando di fatto luogo a processi di disaggregazione e verticalizzazione.

Qual è la tua opinione sul futuro della distribuzione online? A tuo avviso, quale ruolo rivestiranno nel breve e medio periodo i GDS? Raccontaci la tuatestimonianza e condividi un tuo commento con tutti i lettori del blog Turismo Uninform. Vorremo poter aprire un dibattito ed approfondire insieme tutti quegli aspetti che attirano maggiormente i tuoi interessi.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa