Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo Mobile, un mercato da 835 milioni di euro



Turismo Mobile, un mercato da 835 milioni di euro

Che il Turismo Mobile fosse un business in costante crescita non è certamente una notizia che impressiona, soprattutto per chi – come noi del blog Turismo Uninform – l’innovazione rappresenta il pane quotidiano. Sorprende però molto di più la cifra di 835 milioni di euro, ovvero la quota italiana di transazioni turistiche passate da device Mobile.

E se questo dato possa a prima vista sembrare poca cosa rispetto alle movimentazioni complessive generate su scala globale dal Turismo, colpirà certamente l’attenzione il fatto che ben il 42% dei viaggiatori di tutto il mondo utilizza il Mobile come canale di informazione, prenotazione e acquisto di un determinato servizio o prodotto turistico.

E’ quanto emerge dall’analisi di Amadeus Italia, i cui dati sono stati resi noti durante una sessione di lavori del Politecnico di Milano grazie al suo Osservatorio del Mobile Payment & Commerce. Scorrendo i risultati di questa ricerca, dunque, la tecnologia mobile ha preso sempre più piede nelle abitudini di viaggio dei consumatori tanto che smartphone e tablet sono ora utilizzati in molteplici fasi, dalla ricerca all’acquisto, passando per la fruizione del viaggio stessa fino alla condivisione dell’esperienza al rientro dalla vacanza.

E’ evidente, quindi, le numerose potenzialità tuttora da cogliere in un mercato di queste dimensioni, indipendentemente che si tratti di produttori o di intermediari turistici. Non a caso Francesca Benati, Amministratore Delegato e Direttore Generale in capo a Amadeus Italia, ha dichiarato che nel nostro Paese i viaggiatori Mobile sono arrivati a contare ben 1,3 milioni di persone e che l’è-commerce turistico ha raggiunto il considerevole giro d’affari di 1,7 miliardi di euro. “dati, questi –  sottolinea Benati – destinati certamente a crescere tanto che le previsioni per il 2018 parlano di un 55% di prenotazioni Mobile”.

L’analisi di Amadeus Italia non si è concentrata solo sugli aspetti quantitativi, ma anche su quelli qualitativi tanto da studiare anche i momenti di utilizzo degli smartphone. Dai dati emerge che il 45% dei cosiddetti “mTraveller” ricorre al Mobile prima del viaggio con l’obiettivo di pianificare l’intera vacanza, mentre il 30% si affida allo smartphone con l’obiettivo di cercare le migliori offerte alerghiere. Durante la fruizione della vacanza, invece, il 52% dei viaggiatori Mobile utilizzano applicazioni Mobile nella destinazione turistica mentre 7 su 10 sono i viaggiatori che dopo la vacanza pubblicano contenuti via Mobile da condividere con il proprio network di amici e famigliari.

Se poi si volge lo sguardo oltre i confini nazionali, più specificatamente verso l’Europa, i dati rivelano che il 65% dei viaggiatori ricerca voli direttamente dal proprio smartphone e il 25% di questa stessa quota arriva a finalizzare la prenotazione utilizzando lo stesso canale. Nel caso degli hotel, poi, la percentuale di prenotazioni Mobile sale addirittura al 30%.

Il Turismo Mobile rappresenta dunque una delle nuove frontiere per gli operatori del comparto e la Redazione del nostro blog non può che raccomandarne a tutti il regolare presidio, compreso l’allocazione di risorse economiche adeguate e di personale altamente specializzato.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa