Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo e Wellness: un’offerta turistica vincente



Turismo e Wellness: un’offerta turistica vincente

Turismo e Welleness

Quest’oggi pubblichiamo sul blog di Turismo Uninform il bilancio del comparto turistico termale nazionale divulgato lo scorso venerdi’ dall’AICEB, Associazione Nazionale Centri Benessere, durante la tavola rotonda dal titolo “Centri Benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione” tenutasi presso il Rimini Wellness.

Ebbene, cio’ che emerge dalla presentazione dei dati e’ uno scenario incoraggiante per un settore dalle potenzialita’ di crescita enormi. Sono infatti oltre 30.000 le imprese legate al benessere dislocate su tutto il territorio nazionale per un giro d’affari che ammonta a quasi 21 miliardi di euro e che dà lavoro a oltre 70.000 addetti.

La maggiore concentrazione si registra al Nord con 16.820 aziende, segue poi il Sud, con ben 7.821 esercizi, ed infine il Centro, con 6.128 attivita’, sebbene vada segnalato che nel Lazio si rileva l’aumento percentualmente piu’ alto degli ultimi anni e pari al 42%. Nel periodo 2004 – 2008 le imprese del comparto Wellness sono cresciute mediamente del 24% e il 4,2% delle presenze turistiche stimate nelle strutture ricettive in Italia , ovvero oltre 15 milioni di presenze l’anno, e’ prodotto proprio dalle localita’ termali e del turismo del benessere, con una leggera prevalenza di clientela internazionale dal momento che la quota di presenze straniere e’ superiore (4,4%, contro il 4,1% di clientela nazionale).

Dall’indagine condotta dall’AICEB vengono individuate anche le principali motivazioni con le quali i turisti italiani si orientano alla scelta di soggiorni turistici nelle destinazioni termali e del benessere in Italia e, tra queste, la voglia di benessere e fitness la fa da padrona tanto da far registrare il 46% delle preferenze. Il desiderio di trascorrere una vacanza rilassante interessa invece un 35% degli intervistati mentre un 21% mostra spiccati interessi enogastronomici. Non meno trascurabile il dato relativo la consumo di servizi benessere. Nel corso della propria vacanza un turista su due visita SPA e centri benessere ed il 37% dichiara di praticare attivita’ sportive.

In termini di capacita’ ricettiva, il solo turismo termale del wellness conta circa 3.800 imprese per un totale pari a 148.918 posti letto, ben oltre il 3% dell’intera capacita’ nazionale. Per quanto riguarda il comparto alberghiero, invece, si registrano 1.596 strutture in localita’ termali per un totale di 111.884 posti letto, il 5,1% del totale dei posti letto alberghieri in Italia. Maggiore della media nazionale la presenza di alberghi a 4-5 stelle (34% contro il 29%). Tra le strutture complementari emergono poi i campeggi, con il 31% dei posti letto, e gli agriturismo, con il 21%.

Siamo di fronte a una tipologia di turismo che, mutuando le parole di Gianmarco Rossi, Presidente dell’AICEB, “rappresenta un fiore all’occhiello anche per il prodotto turistico italiano“.

Continua a seguire il blog di Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa