Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo e Travel 2.0: Riflessioni sulla disintermediazione



Turismo e Travel 2.0: Riflessioni sulla disintermediazione

Negli ultimi 10 anni, lo abbiamo ribadito numerose volte sul blog Turismo Uninform, ilcomparto turistico internazionale ha vissuto una stagione di profondi cambiamenti strutturali che hanno inciso pesantemente sia sul piano del riassetto della filiera distributiva che su quello della definizione ed implementazione di nuove strategie promozionali e distributive da parte degli operatori turistici.

Tali strategie marketing e commerciali, col passare degli anni, hanno ricoperto una centralità maggiore nei confronti degli sviluppi aziendali dei maggiori player turistici internazionali – siano essi Tour Operator,compagnie aeree e di crociera, catene alberghiere, hotel indipendenti,GDS (Global Distribution System), B&B, agriturismo, alberghi diffusi, ecc. – e si sono orientate progressivamente verso marcati processi didisintermediazione grazie ad una più vasta azione di apertura e consolidamento di nuovi canali di vendita diretta.

Del resto, in questa sede è sufficiente ricordare quanto l’improvvisa e repentina comparsa sul panorama distributivo delle OTA (Online Travel Agency) prima e dei Social Media dopo, abbiano completamente stravolto non solo il modo di fare Turismo da parte degli operatori ma anche, e soprattutto, quanto siano stati in grado di influenzare e condizionare i processi di ricerca, selezione, prenotazione ed acquisto degli stessiprodotti turistici da parte dell’utenza finale.

Alla luce di queste considerazioni preliminari, diventa piuttosto semplice intuire come Internet, il vero propulsore della rivoluzione distributiva nelcomparto turistico e non solo, abbia contribuito a ridisegnare completamente la filiera distributiva e a rendere l’offerta turisticasempre più accessibile ad un’utenza non specializzata.

La quantità di informazioni ed operatori turistici oggi disponibili in rete, infatti, così come le recensioni ed i commenti degli utenti, hanno reso i processi di prenotazione ed acquisto di un determinato prodotto turistico, sia esso un volo, una crociera, un hotel o un pacchetto vacanze, un’operazione di assoluta semplicità e comodità.

In questo contesto, la “tentazione” di saltare uno o più soggetti della filiera distributiva tradizionale ed  abbattere, così, gli elevati costi di intermediazione, diventa per i detentori dell’offerta turistica una suggestione irresistibile per molti versi comprensibile.

Già in passato alcuni noti operatori turistici si avventurarono per questo cammino intravedendo facili opportunità di ricavi e sognando costi di distribuzione ridotti al limite. In realtà, molti di loro hanno poi dovuto ripiegare sulla distribuzione tradizionale riconoscendo il valore degli Agenti di Viaggio e l’importanza strategica della filiera, soprattutto per prodotti turistici molto complessi come, ad esempio, le crociere.

Senza ombra di dubbio il Turismo rappresenta oggi un mercato in continua evoluzione che in questo preciso momento storico sembra favorire evidenti processi di disintermediazione. I Social Media, i motori di ricerca, iservizi geolocalizzati, l’Advertising online, così come l’affermazione deiblog, dei forum, dei siti web UGC (User Generated Content) e l’inarrestabile crescita dei canali di vendita diretta sono tutti indizi di unatendenza che si va consolidando sempre di più nel panorama distributivointernazionale e che difficilmente conoscerà brusche battute di arresto.

Semmai, ci si potrebbe chiedere quanto la disintermediazione in atto nelTurismo sia davvero sostenibile in termini di fatturati globali. Più precisamente, quanto peseranno percentualmente i ricavi da vendita diretta sul giro d’affari totale sviluppato da quegli operatori turisticifocalizzati sull’utilizzo di strategie promozionali e distributive rivolte all’utenza finale?

Il blog Turismo Uninform ritiene che, sebbene la gran parte degliindicatori suggerisca un approccio di questo tipo, la multicanalitàrappresenti oggi la strategia vincente per numerose ragioni.

Infatti, se quello della vendita diretta costituisce oggi uno dei principali e più innovativi canali di distribuzione per la maggior parte degli operatori turistici, è altresì vero che il Trade tradizionale detiene e controlla tuttora una quota di mercato troppo elevata per poter pensare di privilegiare un canale piuttosto che un altro.

Se a quanto appena evidenziato si aggiunge la sostanziale immaturità del mercato italiano nei confronti dell’online, così come la diffidenza nei confronti delle transazioni con carta di credito, la disintermediazione presenta allora rischi ancora più elevati.

Il blog Turismo Uninform, quindi, suggerisce un approccio più ponderato in grado di guardare alla vendita diretta come a UNO dei molteplici canali di distribuzione e non come IL canale di distribuzione per eccellenza!

Cosa ne pensi dei processi di disintermediazione in atto nel Turismointernazionale? Quanto gli operatori turistici saranno realmente in grado di consolidare elevate percentuali di vendita diretta? Quali strategie promozionali e distributive verranno implementate dai grandi distributori e dalle OTA (Online Travel Agency) per arginare il fenomeno? I Social Media continueranno ad essere un mero canale di promozione del Brand o si trasformeranno in un vero e proprio canale di vendita diretta?

Che tu sia un appassionato di Turismo e Travel 2.0 o un operatore turistico professionista, raccontaci la tua testimonianza e condividila con tutti i lettori del blog Turismo Uninform. Lascia un tuo commento sul bloge dai voce alle tue opinioni indicandoci i tuoi consigli, le tue raccomandazioni ed i tuoi suggerimenti.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa