Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo e Social Media: Facebook lancia la Graph Search



Turismo e Social Media: Facebook lancia la Graph Search

Al via la Graph Search di Facebook

In più occasioni il blog Turismo Uninform si è occupato di Social Media, senza dubbio il fenomeno di punta del Travel 2.0 e quello di maggior rilievo dell’intero comparto turistico internazionale, soprattutto in termini di distribuzione online.

In quelle occasioni, il nostro blog dedicato al Turismo non solo si è premurato di evidenziare il forte carattere rivoluzionario di Social Network del calibro di Facebook, Twitter, YouTube, Linkedin, FourSquarePinterest, Google+ e tanti altri ancora, ma anche, e soprattutto, di sottolineare la capacità con la quale tali piattaforme sono state in grado di mettere al centro della filiera distributiva il Cliente con le sue opinioni, le sue idee, i suoi punti di vista, i suoi commenti, le sue recensioni ed i suoi consigli.

Ebbene la centralità dell’utente, oltre ad essere il perno intorno al quale ruota il meccanismo Social, è anche il fondamento sul quale si sviluppa l’intera strategia distributiva e promozionale di Facebook, in assoluto il Social Network più popolare ed utilizzato al mondo grazie alla cifra record di oltre un miliardo di utenti, tanto che è di questi giorni l’annuncio relativo al lancio di Graph Search, la ricerca secondo Mark Zuckerberg.

Ma vediamo insieme di cosa si tratta. La nuova creatura di Facebook prende innanzitutto le mosse dalla ferma volontà di contrasto che il Social Network ha intrapreso oramai da tempo nei confronti del dominio che Google esercita sul web dando vita ad una nuova forma di ricerca, la Graph Search appunto.

Nello specifico, infatti, Facebook non punta a migliorare l’offerta della “Web Search” proposta da Google, ma, al contrario, con Graph Search il Social Network più popolare al mondo intende dare vita ad un complesso sistema di algoritmi in grado di scandagliare simultaneamente i dati, le immagini, i video e le reti di amicizie e condivisioni che gli utenti movimentano durante la loro vita sociale su Facebook.

In questo modo, gli utenti alla ricerca di una specifica informazione su Facebook saranno non solo in grado di visualizzare risultati estremamente dettagliati, ma anche, e soprattutto, inseriti all’interno di un contesto multimediale variegato, ricco e colmo di rimandi di tipo Social. Una cosa non da poco, questa, per quanto riguarda le potenzialità di Display Advertising poiché in grado di veicolare contenuti pubblicitari particolarmente mirati, oseremmo dire quasi chirurgici per la precisione del target.

Provate, infatti, ad immaginare la dote che portano con sé quel miliardo e oltre di iscritti a Facebook, un patrimonio che da solo vale qualcosa come 240 miliardi di contenuti. Per non parlare, poi, dei mille miliardi di interconnessioni fra utenti e dei volumi enormi di preferenze, i cosiddetti “I Like” espresse dagli iscritti.

E’ questo un punto di particolare rilevanza in termini di differenziazione di offerta al servizio della ricerca. Google, infatti, non possiede un indice che tiene conto delle condivisioni degli argomenti e delle informazioni scambiate tra gli utenti, sebbene il progetto Social di Mountain View,Google+, cerchi proprio di colmare questo gap.

Certo, è evidente che il problema principale della nuova funzionalità offerta da Facebook, la Graph Search, sembri essere la privacy, ma Mark Zuckerberg tranquillizza tutti affermando che “si potrà effettuare ricerche solo tra ciò che è stato condiviso“.

In buona sostanza, il blog Turismo Uninform desidera sottolineare che ciò che realmente muta risiede nella natura stessa della ricerca. Non ci troviamo più di fronte ad una mera esplorazione del web, per quanto vasta essa possa essere, quanto piuttosto ad un’osservazione multimediale condotta all’interno della rete sociale e tra le connessioni stesse dell’utente. Insomma, per dirla con le parole di Zuckerberg, Graph Search è pensato per rispondere a domande specifiche e ricevere risposte“.

Va, inoltre, evidenziato che i risultati delle ricerche effettuate con Graph Search verranno integrati direttamente con i risultati del motore di ricerca di casa Microsoft, Bing. Come dire, afferma Zucherberg, “se Graph Search non ritiene di poter rispondere alle domande che vengono poste con i dati Facebook, inizierà a mostrare i risultati di Bing”.

Da un punto di vista grafico, Graph Search si presente come una grande barra di ricerca posizionata nella parte superiore di ogni singola pagina. Ovviamente la funzionalità in questione è tuttora in fase di sviluppo ed essa può essere utilizzata nella sua versione beta soltanto dagli utenti che utilizzano la piattaforma in lingua inglese. Di conseguenza, non tutti i contenuti sono al momento indicizzati e per chi ha la possibilità di accedervi è disponibile la ricerca su persone, luoghi, foto e interessi.

Chiudiamo con una curiosità piuttosto bizzarra. All’indomani dell’annuncio relativo al lancio di Graph Search i titoli in Borsa del Social Network Facebook hanno perso lo 0,90% attestandosi, così, a 30,71 dollari ad azione.

E tu, cosa ne pensi della nuovissima funzionalità rilasciata da Facebook, la Graph Search? Ritieni che essa sia davvero in grado di cambiare il modo di ricercare informazioni e condizionare gli sviluppi futuri di Google e della sua Social Search? Quali strategie distributive e promozionali potrebbe intraprendere il gigante di Mountain View per arginare l’avanzata di Facebook? Hai già avuto modo di provare Graph Search? Se si, raccontaci le tue impressioni.

Che tu sia un operatore turistico professionista o un fervido appassionato di distribuzione online, Social Media, motori di ricercaTravel 2.0 e Turismo in generale, raccontaci la tua testimonianza e condividila immediatamente con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai voce alle tue opinioni segnalandoci puntualmente tutti i tuoi suggerimenti, i tuoi consigli, le tue raccomandazioni e tutte quelle che ritieni essere le più efficaci best practice di riferimento. Sarà un piacere poterne discutere insieme ed approfondire, così, il dibattito dedicato al futuro dei Social Media e dei motori di ricerca.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa