Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo e distribuzione online: in arrivo la versione 2.0 di Google Panda e Google Penguin



Turismo e distribuzione online: in arrivo la versione 2.0 di Google Panda e Google Penguin

Per chi da anni segue il blog Turismo Uninform saprà certamente che la Redazione ha sempre mostrato un interesse particolare per temi molto attuali delcomparto turistico internazionale quali, per esempio, la distribuzione online, il posizionamento sui motori di ricerca, il Web Marketing, iSocial Media e le tecnologie Mobile.

In quest’ottica, quindi, il lavoro della Redazione del blog Turismo Uninform si è dovuta confrontare molto spesso con tematiche di natura squisitamente tecnica come il SEO (Search Engine Optimization), ovvero uno degli elementi professionali sempre più indispensabili e di maggioreimpatto strategico per il successo di qualsiasi realtà turistica online ed offline.

Pertanto, animato dal medesimo spirito analitico, formativo e divulgativo, il blog Turismo Uninform desidera dedicare l’intervento di quest’oggi aimotori di ricerca, più specificatamente alle ultimissime novità relative all’imminente rilascio della nuova versione 2.0 di Google Pensguin eGoogle Panda recentemente annunciate da Matt Cutts, esponente di primissimo piano del Search Quality Team e Direttore del Team Webspamin forza a Google, e destinate certamente a rivoluzionare per l’ennesima volta il modo di rendersi visibili organicamente in rete.

Del resto, lo stesso Matt Cutts in un video rilasciato 4 giorni fa su YouTubeall’interno del canale “Google Webmaster Help” così descrive lo scenario delle possibili conseguenze di queste novita: “gli aggiornamenti avranno un impatto forte per quelle ricerche che sono tradizionalmente ricche di SPAM, ad esempio quelle a tema pornografico. Stiamo lavorando ad un sistema completamente diverso, che faccia un’analisi sui link più precisa: siamo ancora all’inizio del progetto, ma è molto eccitante. Abbiamo i primi dati e possiamo iniziare a lavorarci sopra per vedere cosa trarne”.

Per chi ancora fosse all’oscuro del ruolo svolto da questi due importantissimi strumenti del motore di ricerca di Mountain View, il blog Turismo Uninform desidera fugare ogni dubbio e/o ambiguità su Google Panda e Google Penguin in modo da fare chiarezza una volta per tutte.

Google Panda, è cosa oramai nota non solo agli addetti ai lavori ma anche agli appassioanti di SEO (Search Engine Optimization) e SEM (Search Engine Marketing), è un aggiornamento dell’algoritmo principale del più famosomotore di ricerca al mondo rilasciato nel Febbraio del 2011 grazie al quale è stato possibile fare pulizia dei siti web di scarsa qualità, privi do contenuti utili per l’utenza e palesemente utilizzati con intenti di keyword stuffing.

 

Come se non bastasse, Google Panda è stato altresì artefice della penalizzazione avvenuta nei confronti di tutti quei siti web che utilizzavano impropriamente ed eccessivamente il copia e incolla dei contenuti da altre realtà web e che si focalizzavano su attività di link building quasi esclusivamente attraverso le cosiddette Content Farm.

 

Pertanto, Google Panda è stato introdotto da Mountain View allo scopo di indicizzare opportunamente e classificare correttamente tutte le pagine webdella rete sulla base della qualità espressa dai loro contenuti.

 

Per quanto riguarda Google Penguin, invece, il blog Turismo Uninformdesidera ricordare che il suo ingresso risale all’Aprile del 2012 e che rispetto a Google Panda, questo nuovo strumento a disposizione del celebrealgoritmo che regola i meccanismi del motore di ricerca più famoso al mondo è stato concepito per penalizzare tutti quei siti web che hanno rapidamente e misteriosamente scalato la vetta della SERP (Search Engine Results Page) grazie all’ausilio di strategie SEO (Search Engine Optimization) poco ortodosse, altrimenti conosciute con il nome di Black Hat SEO.

 

Alla luce di questi due brevi chiarimenti su tematiche che per la lororilevanza strategica meriterebbero una lunga disquisizione, è evidente come la tendenza fatta registrare da Google nei confronti dei contenuti di qualità sia oramai una realtà consolidata e che la guerra allo spam sia di fatto iniziata.

 

Al momento non ci è ancora dato sapere l’impatto reale della versione 2.0 diGoogle Penguin e Google Panda ma una cosa è certa, le conseguenze saranno tanto devastanti da rivoluzionare gli algoritmi di analisi dei backlinke della densità delle keyword e costringeranno a rivedere le strategie SEO(Search Engine Optimization) di moltissimi operatori turistici.

 

Nel frattempo, prima di scoprire concretamente cosa cambierà con il rilascio della nuova versione di Google Panda e Google Penguin, il blog Turismo Uninform desidera condividere con tutti gli affezionati e sempre più numerosi lettori una serie di consigli e di best practice per affrontare alò meglio la nuova rivoluzione del web.

 

Sicuramente Google provvederà ad effettuare un’analisi approfondita dell’usabilità dei nostri siti web ed è pertanto fortemente raccomandabile rivedere l’architettura delle pagine agevolando il più possibile la navigazionedegli utenti e degli spider.

 

Altro consiglio da tenere ben presente da ora in avanti riguarda l’originalità equalità dei contenuti. Da qui la necessità di evitare il più possibileaggregatori di qualsiasi tipo ed il ricorso a siti web che copiano per intero i nostri contenuti. In questi casi segnalate ogni abuso. Farete del gran bene a voi stessi ed al vostro business.

 

Agevolate il più possibile l’interazione e la condivisione di contenuti, il cosiddetto engagement, attraverso i Social Media, un fattore in grado di condizionare in un futuro sempre più prossimo il ranking delle vostre pagineweb, ma evitate con cura il ricorso ad operazioni di acquisto Fan, I Like,Google+ ecc. poiché l’effetto per la vostra realtà web sarebbe disastroso.

 

Infine un rumour, da prendere ovviamente con le dovute cautele. Sembra proprio che un altro “animale” stia per affiancare i già famosi Google Pandae Google Penguin, ovvero Google Zebra. Secondo alcune fonti non ufficiali, infatti, Google Zebra dovrebbe agire in ambito Social e, quindi, introdurre pesanti ripercussioni per quanto riguarda l’utilizzo e l’integrazione dei Social Media. Staremo a vedere.

 

E tu, cosa ne pensi delle novità appena annunciate da Mountain View in merito al rilascio delle versioni 2.0 di Google Panda e Google Penguin? Ritieni che in questo modo Google riesca ad influenzare davvero best practice SEO (Search Engine Optimization) più corrette e “pulite”? Come cambierà nel breve e medio periodo lo scenario del posizionamento sui motori di ricerca? E soprattutto, con quanta reattività si muoveranno i diversi attori della filiera distributiva turistica online?

 

Che tu sia un operatore turistico di lungo corso o un fervido appassionato dimotori di ricerca, Travel 2.0,  distribuzione online, Social Media,tecnologie Mobile, Web Marketing e Turismo in generale, raccontaci la tua testimonianza in presa diretta e condividila immediatamente con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

 

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai immediatamente voce alle tue opinioni segnalandoci di volta in volta tutti i tuoi suggerimenti, i tuoi consigli, le tue raccomandazioni e quelle che ritieni essere le più efficaci best practice di riferimento. Sarà per noi della Redazione del blog Turismo Uninform un vero piacere poterne discutere insieme ed approfondire il dibattito dedicato al futuro della distribuzione online e del Travel 2.0.

 

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa