Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo e distribuzione: le proposte FIAVET



Turismo e distribuzione: le proposte FIAVET

In un contesto in cui lo scenario produttivo nazionale si ritrova a dover fare i conti con il perdurare della crisi economica da un lato, e con la grave e preoccupante instabilità politica dall’altro, il comparto turistico, in particolar modo per quanto riguarda la distribuzione tradizionale, e ancor più nello specifico il tessuto delle agenzie di viaggi, intravede una via d’uscita dalla situazione di stallo economico ed istituzionale in cui si è improvvisamente ritrovata l’Italia e tenta la ripresa.

 

Non a caso Fortunato Giovannoni, Presidente nazionale FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo) ha dichiarato di aver “messo  a budget la realizzazione di una campagna da promuovere con ASTOI per riportare il consumatore finale in agenzia di viaggi”.

 

Lo stesso Giovannoni, poi, continua affermando che “bisogna infatti combattere il messaggio sbagliato, che sta arrivando da più fronti, secondo cui andare dal dettagliante non è conveniente e i costi di commissione possono essere aggirati passando attraverso altri canali”.

 

Insomma, quella che Giovannoni sta organizzando è una vera e propria campagna promozionale dal costo di un milione e mezzo di euro le cui tempistiche potrebbero essere particolarmente veloci in modo da svolgere la funzione di stimolo della domanda turistica in concomitanza dell’avvio della prossima stagione estiva.

 

Ma il piano d’azione di Giovannoni va ben oltre l’ideazione ed implementazione di una mera campagna promozionale tanto che i regimi commissionali applicati dai vettori, caratterizzati da un’evidente tendenza al ribasso, diventano ora oggetto dell’azione programmatica di FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo).

 

Del resto, come dichiarato dallo stesso Presidente, “non si può più tollerare che il lavoro delle agenzie di viaggio venga svolto praticamente senza retribuzione. Chiederemo alle compagnie di rispettarci nelle nostre consulenze, perché se per un vettore il costo di emissione di un biglietto si aggira tra il 10 e il 15 per cento, non vediamo perché le nostre commissioni debbano invece essere comprese tra lo 0,1 per gli aerei e il 3 per cento per le ferrovie”.

 

Il piano per promuovere la ripresa del comparto turistico, però, deve passare, secondo Giovannoni, anche attraverso la lotta senza quartiere all’abusivismo, ovvero contro tutti quei soggetti che promuovono la vendita di pacchetti turistici pur non avendo alcun titolo per poter agire in questo modo.

 

E in questo senso il Presidente FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo) dichiara che “oltre il 30 per cento dell’attività turistica di questo Paese è svolta da coloro che non sono in regola e che, con nomi stravaganti quali organizzatori e consulenti, si spacciano per agenti di viaggio. È ora di intervenire e sanzionare le irregolarità”.

 

Nel frattempo, il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di lavoro per il Turismo sembra registrare un nuovo slittamento e la FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo)  intende muoversi efficacemente anche su questo fronte. Del resto Giuseppe Cassarà, Presidente onorario dell’associazione, afferma di aver “iniziato le trattative per la firma del CCNL tre mesi fa ma non credo che si arrivi all’accordo per la fine del mese. Il costo del lavoro incide per le imprese al 63% e se non lo si abbatte è impossibile pensare ad aumenti di qualunque entità“.
Da qui, quindi, la proposta di un credito d’imposta, “magari equivalente all’esborso per gli oneri sociali”, che FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo) avrebbe in serbo per il nuovo Governo.

 

Insomma, quello di Giovannoni è un piano davvero molto robusto che poggia non solo sullo stimolo della domanda turistica attraverso l’ideazione di una campagna promozionale ad hoc, ma anche, e soprattutto, sulla lotta all’abusivismo, sulla defiscalizzazione degli oneri e sulla riforma del settore turistico.

 

E tu, cosa ne pensi delle nuove azioni proposte dal Presidente di FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo) per la ripresa del comparto turistico? Ti riconosci nelle strategie promozionali e distributive suggerite da Giovannoni? Quali scenari intravedi nel breve e medio periodo alla luce delle proposte dell’associazione? La tua Agenzia di Viaggio fa già parte di FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo)?

 

Che tu sia un operatore turistico professionista o un appassionato di distribuzione online e tradizionale, Agenzie di Viaggi, Tour Operator,dinamiche turistiche e Turismo in generale, raccontaci la tua testimonianza in presa diretta e condividila immediatamente con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

 

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai immediatamente voce a tutte le tue opinioni segnalandoci ogni tuo suggerimento, raccomandazione, consiglio e best practice che ritieni più opportuni. Sarà per noi del blog Turismo Uninform un vero piacere poterne discutere insieme ed affrontare un nuovo dibattito dedicato esclusivamente al futuro della distribuzione tradizionale.

 

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa