Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Turismo a Capodanno: le previsioni di Coldiretti



Turismo a Capodanno: le previsioni di Coldiretti

Ci siamo, è l’ultimo giorno dell’anno, ed il blog Turismo Uninform non poteva fare a meno di approfittare di quest’occasione per concludere il 2011 con un intervento dedicato proprio al turismo a Capodanno ed alle sue ricadute sul comparto turistico nazionale.

 

Nello specifico, quest’oggi il blog Turismo Uninform desidera condividere con gli appassionati e numerosissimi lettori le proiezioni della Coldiretti in merito al volume di giro d’affari previsto per i festeggiamenti gastronomici del Capodanno, con particolare riferimento ai ristoranti ed agli agriturismo.

 

Ebbene, la Coldiretti ha stimato che per questo Capodanno 2011 gli italiani totalizzeranno una spesa pari a ben 2,4 miliardi di euro per festeggiare la fine dell’anno sulle tavole in casa o fuori nei ristoranti e negli agriturismo.

 

Rispetto al 2010, il dato appena evidenziato fa registrare una flessione del 12% dovuta principalmente ad un calo delle presenze nei ristoranti e ad un aumento dei festeggiamenti casalinghi.

 

Una nota particolarmente positiva, invece, per gli agriturismo italiani le cui presenze per il Capodanno salgono, secondo le stime della Coldiretti, a 400.000. Una scelta, questa, molto coerente con il clima di austerità che ha penalizzato fortemente le vacanze per lunghi periodi ed i soggiorni all’estero.

 

In effetti, la tendenza ad ottimizzare il rapporto tra prezzo e qualità senza dover necessariamente rinunciare al rispetto delle tradizioni ha contribuito ad indirizzare sempre più prenotazioni nei confronti degli agriturismo italiani.

 

Si registra, inoltre, una maggiore presenza di giovani che hanno deciso di trascorrere la notte più lunga dell’anno nella tranquillità e serenità delle campagne lasciandosi tentare dalle prelibatezze e golosità gastronomiche tradizionali che, da sempre, costituiscono la parte più cospicua di questo tipo di offerta turistica.

 

Un’ulteriore tendenza delineata dalle previsioni della Coldiretti riguarda altresì la netta propensione della domanda turistica nei confronti dei prodotti appartenenti alla tradizione locale affiancato da un generalizzato ritorno dei menu regionali e dal progressivo abbandono delle mode esterofile del passato come lo champagne, le ostriche ed il salmone.

 

Stando sempre ai dati della Coldiretti, gli italiani raramente si rivolgono alle agenzie di viaggio tradizionali o alle OTA (Online Travel Agency) per la prenotazione di un soggiorno in agriturismo. Al contrario, strumenti di ricerca come Internet, le guide turistiche specializzate o il semplice passaparola rappresentano i canali informativi più efficaci ed utilizzati.

 

Insomma, quello degli agriturismo italiani è un caso di assoluta eccellenza nel variegato scenario turistico nazionale che conferisce autorevolezza e prestigio anche nei confronti della clientela turistica internazionale attratta sempre di più non solo dall’amplissima offerta gastronomica disponibile, ma anche dalla qualità e professionalità dei servizi erogati da queste splendide strutture ricettive.

 

Cosa ne pensi dei dati previsionali appena divulgati dalla Coldiretti? A cosa attribuisci il successo degli agriturismo italiani, soprattutto a fronte della profonda crisi finanziaria che sta attraversando il comparto turistico nazionale ed internazionale? Ritieni che quello dell’agriturismo possa essere considerato un modello di business da applicare ad altre realtà turistiche?

Che tu sia un operatore turistico o un fervido appassionato di Turismodistribuzione online e tradizionale, raccontaci la tua testimonianza professionale e condividila con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

 

Pubblica un tuo commento sul blog e segnalaci le tue opinioni, i tuoiconsigli, i tuoi suggerimenti e le tue raccomandazioni per un Turismosempre più sostenibile e di successo.

 

Alla Redazione del blog Turismo Uninform non resta che darvi appuntamento al prossimo anno ed augurarvi uno strepitoso Capodanno!

 

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa