Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

TripAdvisor e il suo nuovo modello di business



TripAdvisor e il suo nuovo modello di business

Le recenti novità introdotte da TripAdvisor di cui ci siamo occupati in più occasioni anche sul nostro blog Turismo Uninform suggeriscono che il celebre portale di recensioni e contenuti UGC (User Generated Content) si stia avviando su un nuovo percorso sempre più vicino ad un modello remunerativo su base commissionale che sulle funzionalità di metasearch.

Ed in effetti, gli indizi di questo nuovo orientamento di TripAdvisor sono diventati piuttosto numerosi, a cominciare dalle email che alcuni mesi fa sono state inviate dall’azienda del gufo a tutti gli hotel clienti con cui si raccomandava l’utilizzo del nuovo modulo Instant Booking. Per non parlare, poi, degli attuali spot tv che presentano TripAdvisor come la migliore alternativa per la prenotazione di hotel.

Del resto, è sufficiente notare come la nuova interfaccia grafica di TripAdvisor introdotta sul mercato meno di 10 giorni fa, sebbene ancora in fase di test dato che i risultati cambiano di volta in volta, sia fortemente incentrata sulla prenotazione alberghiera tramite Instant Booking per comprendere quanto essa si avvicina sempre di più al modello di business di una OTA (Search Engine Optimization).

Per comprendere appieno questo delicato ed epocale cambiamento strategico testato da TripAdvisor, è bene sottolineare che l’attuale Instant Booking altro non è che l’evoluzione del più noto TripConnect, ovvero la funzionalità attraverso la quale l’utente veniva indirizzato sul sito dell’hotel per perfezionare la prenotazione. A differenza di quest’ultimo, con l’Instant Booking la prenotazione avviene all’interno della piattaforma TripAdvisor applicando agli hotel un modello commissionale che oscilla tra il 12% e il 15%. Una circostanza, questa, che rende il portale di recensioni molto più simile ad una vera e propria OTA.

Scorrendo le novità della nuova interfaccia grafica, dunque, si nota subito che i collegamenti proposti da altri inserzionisti non sono scomparsi, sebbene messi molto più in secondo piano rispetto al passato. Ciò che è cambiato radicalmente è l’evidenza della “call-to-action” nei confronti della prenotazione su TripAdvisor che con il nuovo orientamento grafico diventa predominante.

Un’altra novità introdotta da TripAdvisor, e questa volta non in fase di test, riguarda la visibilità offerta a tutti gli hotel che hanno deciso di aderire alle Business Listings e che mettono a disposizione offerte speciali all’interno della piattaforma del gufo. In cima alle pagine dei risultati di ricerca, infatti, compaiono ora dei box sponsorizzati in modo da rendere sempre più appetibile questa opportunità di advertising per gli albergatori. Ancora una volta, quindi, un approccio che ricorda molto da vicino quelli adottati dalle OTA.

La domanda a questo punto sorge spontanea. Se davvero TripAdvisor cerca di approcciare il mercato non più con funzionalità di metasearch ma, al contrario, con modalità riconducibili alle OTA, quela sarà la reazione di queste ultime? Del resto, quanto appena evidenziato per TripAdvisor sembra in qualche modo riconducibile a quanto accaduto con il Google Hotel Finder ed è piuttosto plausibile comprende il malcontento di inserzionisti del calibro di Booking.com ed Expedia.

Ovviamente la Redazione del blog Turismo Uninform seguirà con attenzione questa vicenda ed ogni novità e/o aggiornamento verrà celermente condiviso con tutti i lettori e gli addetti ai lavori.

E tu, cosa ne pensi del possibile sbarco di TripAdvisor sul fronte OTA? Quali eventuali conseguenze intravedi per il comparto della distribuzione online di hotel? In che modo gli albergatori saranno in grado di cogliere un’opportunità del genere?

Che tu sia un albergatore, un esperto di Digital Marketing o un appassionato di Turismo a 360 gradi, pubblica pure un tuo commento e condividilo liberamente con tutti i lettori del nostro blog dedicato al comparto turistico. Sarà per noi un vero piacere poter commentare insieme i tuoi suggerimenti, le tue opinioni ed i tuoi consigli e dare così inizio ad un avvincente dibattito dedicato al futuro dell’hotellerie online.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa