Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

TripAdvisor apre alle Agenzie di Viaggio



TripAdvisor apre alle Agenzie di Viaggio

Le Agenzie di Viaggio e TripAdvisor. Un fenomeno tutto da seguire

Per chi, come i nostri affezionati lettori e rinomati professionisti di settore, segue il blog Turismo Uninform, avrà certamente notato la scrupolosità e professionalità con cui la Redazione affronta temi di particolare interesse strategico per il comparto turistico come, per esempio, i Social Media, il Travel 2.0, la distribuzione online, le strategie di disintermediazione adottate dagli operatori turistici nell’era del Web 2.0, il Web Marketing, il posizionamento sui motori di ricerca (SEO, Search Engine Optimization), l’Advertising online e le nuove realtà UGC (User Generated Content).

E proprio i portali web UGC (User Generated Content), luoghi virtuali all’interno dei quali il viaggiatore ha la possibilità di pubblicare e condividere liberamente recensioni, commenti e opinioni, negli ultimi tempi si sono ritrovati a dover fare i conti con le reazioni sempre più indispettite e critiche della distribuzione tradizionale, in particolar modo da parte degli Agenti di Viaggio.

In quest’ottica, il caso più eclatante è certamente quello di TripAdvisor, il più grande portale web al mondo dedicato alle recensioni di viaggio, ai commenti dei viaggiatori ed alle opinioni sulle esperienze di viaggiovacanza, sia che si tratti di hotel che di altri prodotti turistici.

E proprio per mitigare i contrasti provenienti dalla distribuzione tradizionale che recentemente TripAdvisor ha tentato una evidente riconciliazione con le Agenzie di Viaggio grazie alle intelligentissime e sensatissime dichiarazioni del suo portavoce in Italia, Lorenzo Brufani.

Nello specifico, infatti, Brufani ha dichiarato che la realtà di recensioni online più grande e famosa al mondo e da lui rappresentata in Italia è “solo uno strumento” e che “le Agenzie di Viaggio sono i veri TripAdvisor“.

Insomma, una distensione nei confronti dei rapporti con le Agenzie di Viaggio, quindi, molto significativa da parte di TripAdvisor e che si configura sempre di più non solo come una partnership costruttiva e dialettica, ma anche per un’alleanza strategica sempre più strutturata e completa.

TripAdvisor – dichiara ancora Brufani – è un’opportunità per le agenzie. Noi siamo uno strumento, per altro gratuito. Le agenzie devono imparare ad utilizzarci“. In merito alle modalità di utilizzo di questo celebre ed importante strumento, poi, Brufani ha le idee molto chiare: “si può utilizzare prima della vendita, come strumento di diagnostica, per offrire ai clienti soluzioni personalizzate che si possono affiancare al catalogo dei tour operator. Bisogna imparare a leggere le recensioni: quello che dicono è l’informazione fondamentale, mentre la classifica degli alberghi per destinazione non è particolarmente rilevante. Le classifiche sono un dato soggettivo, ma le informazioni messe a disposizione sul sito sono un patrimonio di sapere nelle mani dei professionisti della vendita turistica“.

E sulla spinosa vicenda delle recensioni false qual è l’approccio adottato da TripAdvisor? “Sul mercato italiano – dichiara ancora Brufani – l’indice di recensioni positive è altissimo, quindi è un fenomeno poco diffuso ma le attività che TripAdvisor mette in campo per difendersi sono di molti tipi. Innanzi tutto abbiamo un team anti frode composto da 70 persone che verifica le recensioni anche attraverso una serie di algoritmi e di sistemi di identificazione della provenienza delle recensioni stesse”.

Il blog Turismo Uninform desidera sottolineare che TripAdvisor conta oggi un volume di recensioni pari a 75 milioni ed è oggettivamente impossibile poterle verificare una ad una. Del resto, come afferma ancora Brufani, “gli utenti possono segnalare recensioni sospette, le stesse agenzie di viaggi lo possono e devono fare. Secondo la direttiva Ucp dell’Unione Europea, che data 2005, una recensione falsa è ufficialmente un reato e va sanzionato“.

Nel frattempo, comunque, in un’ottica di maggiore trasparenza e sicurezza nei confronti degli albergatori, TripAdvisor, congiuntamente a Confindustria Alberghi e ad alcune sezioni locali di Federalberghi, ha avviato una serie di attività volte alla qualità e genuinità delle recensioni pubblicate sul portale.

Non a caso, infatti, sempre Brufani ha dichiarato che “effettuiamo un monitoraggio e avvisiamo i proprietari dell’hotel se compaiono recensioni sospette. Così come, in alcuni casi, mandiamo ammonimenti o addirittura segnaliamo sulla pagina dell’hotel se la struttura è sotto indagine per comportamento che TripAdvisor ritiene scorretto“.

Insomma, TripAdvisor aspira legittimamente ad una maggiore e più trasparente regolamentazione dei contenuti pubblicati ed auspica l’avvio di un’esperienza di democrazia partecipata “a cui sono invitati anche gli adv”.

E tu, cosa ne pensi del fenomeno delle recensioni false su TripAdvisor? Ritieni che la questione possa essere in qualche modo arginata? Se si, con quali strategie distributive e promozionali dovrebbero agire gli operatori turistici? Come interpreti il segnale distensivo inviato da TripAdvisor a tutta la distribuzione tradizionale italiana?

Che tu sia un operatore turistico di lungo corso o un appassionato di Social Media, distribuzione online, disintermediazione turistica, Travel 2.0Turismo in generale, raccontaci la tua testimonianza professionale e condividila con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

Pubblica un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai voce alle tue opinioni facendo emergere liberamente le tue idee, i tuoi consigli, le tue raccomandazioni ed i tuoi suggerimenti. Saremo più che lieti di poterne discutere insieme ed affrontare costruttivamente il dibattito sul futuro della distribuzione online.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa