Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

TripAdvisor non fa più paura ai nostri albergatori. Meglio amici che nemici



TripAdvisor non fa più paura ai nostri albergatori. Meglio amici che nemici

Migliorano i rapporti tra gli albergatori della nostra Penisola e TripAdvisor. La piattaforma di recensioni fondata da Steve Kaufer ha finora rappresentato per gli imprenditori del settore turistico-alberghiero un nemico scomodo con cui doversi confrontare, principalmente perché, in fondo, è con se stessi che TripAdvisor porta a fare i conti. Il timore di imbattersi in recensioni che possano minacciare la reputazione della propria azienda, ha sempre determinato un distacco tra albergatori e questo colosso delle recensioni online.

Ormai, però, sembra si sia aperto un dialogo tra le due parti: da nemico, TripAdvisor diventa un prezioso alleato con cui confrontarsi e grazie al quale accrescere il proprio business. Lo rivela il convegno “Nuove frontiere dell’ospitalità dal web al new business” svoltosi ieri a Roma e promosso proprio dall’Associazione Italiana Confindustria Alberghi insieme a TripAdvisor.

“I cambiamenti veloci degli ultimi anni ci hanno ormai fatto capire – ha affermato il presidente di Aica, Giorgio Palmucci che chiudere la porta alle grandi piattaforme online non serve a nulla. Avere un dialogo con queste realtà serve anzi a portare avanti le nostre esigenze.
Ma come fare in modo che lo strumento TripAdvisor venga utilizzato dagli albergatori nel modo corretto per trarne beneficio senza che, al contrario, se ne subiscano gli effetti negativi? A tale scopo è stato istituito un help desk dedicato e volto a risolvere i problemi più comuni. A questo poi, si aggiungono degli incontri diretti organizzati sul territorio italiano, in cui vengono date indicazioni su come rispondere a una critica negativa o su come reagire in caso ci si senta vittima di una frode.

Una collaborazione, insomma, “pacifica” e costruttiva che fino a qualche tempo fa sembrava quasi impossibile da raggiungere, come sostiene la stessa Helena Egan, director Industry relations di TripAdvisor, la quale ha constatato che oggi invece, “siamo passati da quella fase di negazione a un atteggiamento più costruttivo.

Su questo importante cambiamento in atto ha riflettuto anche il dg del Mibact, Francesco Palumbo che riconosce il significativo ruolo rivestito ormai delle piattaforme online, affermando: “Le Ota non vendono più solo camere d’albergo, ma pezzi di territorio”. E per fare in modo che questo territorio venga venduto nel modo giusto non resta che fare amicizia con questi strumenti che ormai, più di altri, influenzano i movimenti del turismo mondiale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa