Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Tendenze Turismo: il sondaggio di TripAdvisor su lavoro in vacanza



Tendenze Turismo: il sondaggio di TripAdvisor su lavoro in vacanza

Il lavoro in vacanza secondo TripAdvisor

Recentemente TripAdvisor, il celebre portale web UGC (User Generated Content) specializzato nelle recensioni ed opinioni degli utenti in ambito Travel, ha pubblicato uno studio dedicato alle abitudini di lavoro degli europei durante le proprie vacanze e quest’oggi il blog Turismo Uninform desidera condividere con tutti i numerosi ed affezionati lettori i sorprendenti risultati emersi e le tendenze individuate.

Prima di passare, però, all’analisi dei risultati veri e propri, il blog Turismo Uninform ritiene necessario effettuare un riferimento all’approccio metodologico con il quale lo studio di TripAdvisor è stato realizzato in modo da fugare, da un lato, qualsiasi ambiguità sulla validità ed eterogeneità del campione e, dall’altro, di esplicitare l’autorevolezza delle tendenze segnalate.

Nello specifico, infatti, il sondaggio di TripAdvisor in merito alle attitudini di lavoro in vacanza è stato condotto dal 16 al 28 Settembre su un campione di ben 10.115 viaggiatori europei di cui 1.102 inglesi, 881 francesi, 1.936 italiani, 5.443 tedeschi e 753 spagnoli.

Di conseguenza, le percentuali che saranno elencate nel corso di quest’articolo del nostro blog dedicato al Turismo, sono state calcolate sulla base del diverso numero di intervistati per Paese partecipante. Ma passiamo pure all’analisi dei risultati.

Nello specifico, ciò che emerge in maniera inequivocabile dal sondaggio di TripAdvisor è che senza ombra di dubbio negli ultimi anni sia il web che le tecnologie Mobile sono stati i veri artefici dei profondi mutamenti che hanno interessato il lavoro ed il modo di vivere le proprie vacanze.

Del resto, è noto come un numero sempre più elevato di viaggiatori utilizzi le funzionalità di computer portatili, tablets, e smartphone per restare connessi con il proprio lavoro in qualsiasi momento e ovunque ci si trovi,vacanze comprese.

A questo proposito, lo studio di TripAdvisor ha evidenziato come ben oltre la metà degli italiani intervistati, per l’esattezza il 58%, scarica le email di lavoro durante le proprie vacanze, di cui il 42% dichiara di leggerle con una certa frequenza, mentre l’11% afferma di farlo con regolarità.

Come se non bastasse, poi, i viaggiatori italiani risultano essere la parte del campione più sensibile al lavoro durante i periodi di vacanza poiché ben il 18% degli intervistati legge e risponde a tutte le email che ritiene necessarie, contro l’appena 9% del resto degli europei.

Stando sempre ai risultati dell’analisi di TripAdvisor, i viaggiatori europei si comportano in maniera diametralmente opposta ai vacanzieri italiani in quanto, durante le proprie vacanze, le email vengono consultate molto velocemente e soltanto nel 58% dei casi viene inviato un riscontro al mittente.

Lo stacanovismo lavorativo degli italiani durante i periodi di vacanza emerge anche da altri dati piuttosto significativi. Il 63% degli italiani, infatti, rinuncia ogni anno ad almeno una parte delle vacanze a propria disposizione, una media, questa, sensibilmente superiore a quella europea che si attesta ad appena il 43%.

Del resto, se diamo un’occhiata alla classifica dei Paesi europei che hanno partecipato al sondaggio di TripAdvisor si noterà come i viaggiatori della Gran Bretagna (69%), della Francia (61%), della Spagna (60%) e della Germania (60%) ricorrono con maggiore frequenza al monte vacanze previsto annualmente.

Ma email a parte, i viaggiatori italiani non disdegnano affatto di dover parlare di lavoro durante le proprie vacanze. Non a caso, ben l’85% degli connazionali intervistati ha dichiara di ricorrere al telefono per ragioni lavorative durante le ferie, una media, questa, considerevolmente superiore a quella europea, che sfiora appena il 70% e addirittura doppia nel caso degli inglesi con appena il 45%.

Ancora più sorprendente, però, è il dato che riguarda il livello di attaccamento al lavoro dei viaggiatori italiani. Nello specifico, nel verificare le ragioni del loro ricorso alle email durante le vacanze, TripAdvisor ha rilevato che tale comportamento trova una giustificazione nella riduzione dei volumi di email da leggere al rientro per il 46% del campione intervistato.

Un altro 30%, invece, ama a tal punto il proprio lavoro da sentire il bisogno di essere connesso anche in vacanza, mentre un altro 19% avverte un maggiore relax condividendo via mail ciò che accade in ufficio durante le proprie ferie.

Inoltre, appena un 4% degli intervistati ha confessato di controllare la posta elettronica in vacanza poiché convinto che il proprio responsabile si aspetti un comportamento di questo genere. In questo caso, siamo di fronte alla più bassa percentuale registrata tra quelle rilevate per gli altri Paesi coinvolti nel sondaggio di TripAdvisor e sensibilmente inferiore rispetto alla media europea che si attesta al 10%.

Al campione intervistato, è stato altresì chiesto se il lavoro in vacanza è in qualche modo motivo di stress. Ebbene, il 70% dei viaggiatori europei sostiene di riuscire a godersi comunque il proprio soggiorno seppur dovendo sacrificare qualche ora al lavoro. Ancora una volta, con il 78% i viaggiatori italiani fanno registrare la percentuale più alta tra gli intervistati, a testimonianza, se mai ce ne fosse ancora bisogno, della profonda dedizione al lavoro dei nostri connazionali.

Cosa ne pensi dei risultati emersi dal sondaggio di TripAdvisor? Professionalmente, ti ritrovi nel profilo tracciato dal più grande portale web UGC (User Generated Content) al mondo di recensioni ed opinioni di viaggio?

Che tu sia un operatore turistico professionista o un fervido appassionato di Turismo e Travel 2.0, lascia un tuo commento sul blog Turismo Uninform e condividi le tue opinioni, i tuoi consigli ed i tuoi suggerimenti con tutti i lettori del blog.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa