Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Sensazionalismo digitale nel turismo: cos’è e perché è importante



Sensazionalismo digitale nel turismo: cos’è e perché è importante

Il sensazionalismo digitale è il forte e diffuso bisogno che abbiamo di metterci in mostra sui social, condividendo ciò che riteniamo sia interessante per chi ci segue. Se ad essere condivisi sono contenuti relativi ad una struttura alberghiera, ecco che per l’albergatore questo diventa uno strumento di grande potenziale. Soprattutto perché oggi i viaggiatori si affidano molto di più ai consigli dei propri contatti sui social che alle proposte scelte per loro da intermediari quali agenzie di viaggio, OTA e metamotori.

Prima, durante e dopo il viaggio, il viaggiatore ha un comportamento online che è importante osservare e prevedere, in modo tale da trasformare le sue aspettative e i suoi desideri in un prodotto da vendere. Vediamo come.

Prima di prenotare, è abitudine comune passare in rassegna decine di siti web e social media in cerca di quante più informazioni e recensioni possibili. L’albergatore può indirizzare correttamente queste ricerche sfruttando i vari canali digitali per pubblicizzare il suo prodotto: foto suggestive e video in alta definizione sono una delle strategie migliori per far assaporare virtualmente quello che il viaggiatore potrà vivere realmente.

Durante la vacanza, il comportamento online del viaggiatore da passivo si fa attivo: sarà lui a condividere sui social foto e video dei luoghi che visita, recensendo e taggando attrazioni, hotel, ristoranti. E recensioni positive, si sa, portano clienti. Per l’albergatore, allora, è importante che il suo hotel, oltre ad offrire ovviamente un servizio di qualità, sia ben localizzabile sulle mappe online e abbia una pagina curata su ogni social. In questo modo potrà condividere i post in cui l’hotel verrà taggato, mostrando ai futuri ospiti che tipo di esperienza gli verrebbe offerta.

L’ultima fase digitale del viaggio è quella del rientro a casa, quando molto spesso si pensa già alla prossima destinazione. È questo il momento giusto per mantenere viva l’attenzione online, sfruttando ancora il sensazionalismo digitale, sia per stimolare a condividere ancora e non spezzare quella catena per cui il viaggiatore ispirato dalle ricerche online ispira a sua volta i futuri viaggiatori con i suoi post, sia perché, attraverso questi canali, il cliente potrà rivivere l’esperienza appena trascorsa e, perché no, scegliere di viverla di nuovo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa