Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Recensione Taglialatela master TQM XIX ed.



Recensione Taglialatela master TQM XIX ed.

Recensione Taglialatela

Quest’oggi sul blog Turismo Uninform abbiamo il piacere di ospitare l’appassionata testimonianza della dottoressa Cristina Taglialatela, brillante partecipante alla XIX Edizione del celebre Master Turismo TQM (Tourism Quality Management) ed oggi felicemente inserita nel mercato del lavoro. Ma lasciamo pure a lei la parola.

Salve a tutti i lettori del blog Turismo Uninform,

sono Taglialatela Cristina, ho 25 anni e attualmente lavoro presso la “MSC Crociere“, azienda leader nel settore crocieristico. Il mio nuovo percorso di studi è iniziato dopo il diploma di maturità scientifica, conseguito nella città in cui vivo, Mondragone (Ce). Mi sono laureata (Laurea Triennale) in Scienze del Turismo per i beni culturali con sede a Capua-Santamaria Capua Vetere (Ce), mentre poi ho continuato con  la specialistica in Progettazione dei sistemi turistici locali a Caserta, ottenendo il mio tanto atteso e “sudato” 110 e lode.

Il mio percorso universitario è stato molto impegnativo, ho sempre cercato di raggiungere il pieno dei risultati, rispettando i tempi degli anni accademici; il settore turistico mi ha sempre incuriosito ed affascinato, e poi, a chi non piace viaggiare e scoprire le bellezze dl mondo?

Per questo motivo dopo i 5 anni universitari, ho deciso di concludere il mio percorso formativo nel settore in cui ho sempre creduto e in cui ho sempre desiderato lavorare e crescere professionalmente, il Turismo appunto, ed è stato in quel momento che in me è cresciuta l’idea di frequentare un Master di alto livello, che mi permettesse di ampliare il mio percorso formativo, ma soprattutto quello professionale.

Dopo tante verifiche, e differenze rilevate tra i vari percorsi di studio del settore turistico, ho scelto il Master Turismo TQM (Tourism Quality Management). Ho partecipato alle selezioni e con grande soddisfazione, ho potuto partecipare alla 19° edizione del Master Turismo TQM(Tourism Quality Mangement).

Dopo aver concluso la fase d’aula nel 2010, ho iniziato lo stage in “MSC Crociere” a Napoli, stage che si è concluso a Novembre 2010. Ho lavorato per sei mesi nell’area “fidelizzazione clienti“, precisamente presso l’MSC ClubCustomer Care; a Gennaio, finalmente, ho ricevuto la prima proposta di lavoro, dalla stessa azienda, con contratto a tempo determinato, con durata di 6 mesi, presso il Booking, ufficio prenotazioni ed ad oggi sta continuando ancora il mio, così impegnativo, percorso professionale”.

Come é venuta a conoscenza del prestigioso Master Turismo TQM (Tourism Quality Management) erogato dal Gruppo Uninform e quali sono state le reali ragioni che l´hanno convinta ad intraprendere quello che si é rivelato essere un brillante percorso formativo?

Dopo il percorso universitario ho iniziato ad interfacciarmi con il mondo lavorativo, soprattutto con il settore turistico, e piano piano rivelavo sempre di più in me il bisogno di continuare a studiare e a specializzarmi in quest’ambito così difficile, articolato, ma allo stesso tempo desiderato da tutti. Ho iniziato a constatare che le offerte di lavoro, nel settore turistico riguardavano soprattutto posizioni operative (cuoco, barista, cameriera…) e non in specifici settori in cui avevo investito il mio studio universitario (marketing turistico, economia e gestione delle imprese turistiche, progettazione dei sistemi turistici, ecc.).

Forse ero io che non sapevo nemmeno come cercare un lavoro presso le aziende turistiche, o forse non utilizzavo i termini appropriati nelle mie ricerche di lavoro. E’ stato questo il motivo per cui ho iniziato a convincermi del fatto che dovevo frequentare un Master che mi permettesse di concludere i miei studi, di specializzarmi nel settore in cui credevo, ma allo stesso tempo che mi aiutasse a cercare lavoro e a presentarmi, anche solo con lo stage presso le aziende turistiche.

Dopo varie ricerche (sempre via internet), la mia attenzione è caduta sul Master TQM (Tourism Quality Management), con 9 attestazioni professionali, fase d’aula e stage incluso, un percorso non troppo lungo, ma specifico nel mio settore, sponsorizzato e sostenuto dalle principali aziende turistiche con docenti di alto livello, non troppo costoso. Insomma volevo investire su me stessa, e su una mia decisione e ci sono riuscita”.

Qual é la sua opinione in merito ai contenuti formativi erogati in aula durante la sua partecipazione al master Turismo TQM (Tourism Quality Management) e quale modulo ha attirato maggiormente la sua attenzione?

Soprattutto i contenuti formativi mi hanno spinta a scegliere il Master TQM (Tourism Quality Management), così specifici e approfonditi, ambiti che caratterizzano il Turismo, ma soprattutto settori in cui quotidianamente si investe in tutto il mondo; dal Front Office (area principale per iniziare ad interfacciarsi con il cliente-definito come padrone), al Marketing, al settore Crocieristico, in cui sto lavorando, al turismo Termale, al Welness-Spa (fondamentale in questi ultimi anni, per le mode e per la, così ambita, cura del corpo e della persona), al Revenue Management, al Controllo Qualità-Sicurezza-Ambiente, al settore Congressuale, al Food & Beverage.

Sinceramente, non c’è stato nessun modulo che mi ha attirato più degli altri, anzi, sono stati tutti interessanti e soddisfacenti; ogni volta che terminavamo uno step, c’era la curiosità di iniziarne un altro e conoscere sempre di più del settore.

Il Modulo riguardante il Food & Beverage, durato una settimana, con il prof. Piero Lippolis, è stato molto importante; rimanere “dietro le quinte”, come diceva il Professore (preparatissimo, non di libri, ma di vita lavorativa!), studiare tutto nei minimi dettagli e raggiungere con intelligenza tutto ciò che poi in realtà desidera il cliente è fondamentale. Rimaniamo dietro le quinte per poi aprire le tende del palcoscenico, per capire se tutto ciò che abbiamo realizzato, è stato gradito oppure no. In caso positivo abbiamo vinto, in caso negativo dobbiamo sempre migliorarci e ottenere di più da noi stessi, ma soprattutto dal team che stiamo gestendo”.

Ci racconti ora del suo stage. Il Gruppo Uninform vanta prestigiose ed esclusive partnership con le piú importanti realtá turistiche nazionali ed internazionali. Ebbene, quanto il suo stage presso queste aziende ha realmente contribuito alla sua formazione professionale e come é stato gestito il suo inserimento dal servizio Placement del Gruppo Uninform?

Durante la fase teorica abbiamo iniziato a sostenere dei colloqui con il Placement per cercare di migliorare le nostre aspettative, ma soprattutto per cercare di capire dove indirizzarci per il percorso di stage, in quale area avremmo potuto dare il meglio di noi stessi! Tra le mie preferenze c’erano il congressuale, il marketing, il commerciale e il Front Office, ma non il crocieristico, ed alla fine è stato il settore a scegliere me!

L’azienda “MSC Crociere” mi ha contattata, e dopo vari colloqui, mi ha scelto per iniziare “a lavorare” presso l’ufficio “fidelizzazione clienti MSC Club” per ben 6 mesi a Napoli.

Quest’area mi ha insegnato molte cose. Ho iniziato ad interfacciarmi con il mondo lavorativo e tutto questo non è stato poi così semplice. La “mission” era, ed è tutt’ora, la cura e la fidelizzazione del cliente, posizionato al primo posto nella gerarchia delle strategie aziendali. Il cliente è colui che garantisce la vendita, ma soprattutto lo sviluppo del settore crocieristico, e non solo.

Viene curato nei minimi dei dettagli sia nel pre-post crociera attraverso la fidelizzazione. Nello specifico, dopo aver effettuato la prima crociera, il turista, si iscrive all’ “MSC Club” ed inizia ad accumulare punti, attraverso i quali potrà ottenere, durante le successive crociere, sconti e vantaggi a bordo. L’ufficio però si occupava anche dei claims, della gestione dei reclami, dei lost & found, insomma di tutto ciò che riguardava il cliente, dalla piccola informazione che poteva servirgli nel pre-crociera, al reclamo o alla soddisfazione che poteva fornirci dopo la fine della stessa.

Questo è un settore trainante per l’azienda, perchè attraverso “il padrone” possiamo capire dove dobbiamo migliorarci o dove stiamo procedendo nel migliore dei modi. In tutto ciò il Master mi è servito a capire i meccanismi, ad entrare nello stesso linguaggio del settore crocieristico, e non solo”.

Quanto concretamente la formazione erogata dal master Turismo TQM (Tourism Quality Management) ha contribuito al suo definitivo inserimento occupazionale?

Il Master Turismo TQM (Tourism Quality Management) mi ha dato l’opportunità di conoscere dei professionisti del settore, dei docenti molto preparati, ma soprattutto persone che puntavano molto sulla nostra formazione e sul nostro obiettivo di migliorarci sia dal punto di vista teorico che pratico. Docenti che sicuramente ci “addestravano” perchè forse in una fase successiva avremmo potuto lavorare in una delle loro strutture ricettive o aziende turistiche.

Quando sono entrata nel team di “MSC Crociere” dopo il master, dentro di me sentivo che qualcosa era cambiato. Nonostante non avessi mai lavorato in un’azienda così grande, leader nel settore, mi sentivo più preparata rispetto al periodo post-laurea, e tutto questo grazie agli approfondimenti ottenuti durante la fase d’aula”.

Quali suggerimenticonsigli ed indicazioni si sente di dare ai futuri candidati al master Turismo TQM (Tourism Quality Management) e a tutti i lettori del blog Turismo Uninform?

Il Turismo è un settore trainante dell’economia mondiale e, quindi, chi già lavora in quest’area ha bisogno di professionisti, di persone specializzate, formate. Chi ha questa passione, e decide che la sua strada è questa, è importante avere le basi per entrare a far parte di un “sogno” che è di tutti.

Il Master Turismo TQM (Tourism Quality Management) fornisce tutto questo. Non solo preparazione e professionalità, ma soprattutto la specializzazione in settori che caratterizzano il Turismo e che sono fondamentali sia per chi lavora già in imprese turistiche e ricettive, sia per chi cerca nella vacanza un momento di relax, di svago dalla routine quotidiana. 

Un consiglio per i futuri candidati al Master Turismo TQM (Tourism Quality Management): “Anche se nella fase iniziale, tutto può sembrare difficile, o forse una scelta sbagliata, posso garantirvi che invece è proprio il contrario. Il Master è un investimento su noi stessi, ormai già abbiamo deciso che il nostro futuro è il Turismo. Continuate a credere in ciò che già dentro di voi è certezza, perchè questo vi darà solo una  conferma quando un’azienda turistica che non avreste mai immaginato, vi chiamerà per entrare a far parte del loro team. In quel momento potrete solo dire, finalmente anch’io ce l’ho fatta! In bocca al lupo a tutti!!!

La ringraziamo per aver voluto condividere con tutti i lettori del blog Turismo Uninform il suo brillante percorso formativo e professionale. Torni pure a farci visita quando più lo desidera e ci racconti il proseguo di questa sue esaltante esperienza.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform

Grazie a tutti, ma soprattutto ai Fratelli Giordano che ci hanno permesso di realizzare questo piccolo, grande sogno!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa