Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Recensione Rizzo master TQM XXIII ed.



Recensione Rizzo master TQM XXIII ed.

Recensione Rizzo

Soltanto 2 giorni fa il blog Turismo Uninform si è occupato di una delle migliori proposte formative presenti sul mercato nazionale, il celebre Master Turismo TQM(Tourism Quality Management) del Gruppo Uninform.

Ebbene quest’oggi il blog Turismo Uninform torna ad occuparsi nuovamente di questa eccezionale ed autorevole offerta formativa pubblicando una nuova ed appassionata testimonianza di uno dei numerosissimi ex partecipanti al Master Turismo TQM (Tourism Quality Management).

Nello specifico, quest’oggi il blog Turismo Uninform darà la parola al Dottor Diego Rizzo, 34 anni, laureato in Lingue  e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Salerno e partecipante alla XIII° Edizione del Master Turismo TQM (Tourism Quality Management). Ma lasciamo pure a lui la parola.

Mi chiamo Diego Rizzo, ho 34 anni e mi sono laureato in Lingue e Letterature Straniere all’Università degli Studi di Salerno. Dopo varie esperienze come traduttore di articoli scientifici, brochure informative, sceneggiature di fumetti, libretti d’istruzione, ecc., ho frequentato la XXIII edizione del Master Turismo TQM (Tourism Quality Management) organizzato dal Gruppo Uninform”.

In seguito al periodo di formazione in aula con il Master Turismo TQM (Tourism Quality Management) quale proposta di stage ha individuato per lei l’ufficio Placement?

Al termine dei consueti 2 mesi di lezioni, dopo il relativo colloquio telefonico per valutare la mia conoscenza dell’inglese e dello spagnolo, mi è stato proposto lo stage in Front Office presso il “Parador Palacio Ducal de Lerma”, una struttura alberghiera 4 stelle (superior) facente parte della catena statale spagnola dei “Paradores de España”. I “Paradores” sono hotel di 3, 4 e 5 stelle molto conosciuti all’estero, ma quasi ignoti in Italia”.

Che impressione ha avuto, qual è stato l’impatto con questa nuova realtà aziendale?

Ho accettato, nonostante si trovasse in una località della Spagna raggiungibile solo via autobus, ho fatto un colloquio telefonico con colui che sarebbe stato il mio responsabile, e sono partito. Una volta giunto sul posto, la mia primissima impressione è stata di trovarmi a casa, e questa impressione si è man mano rafforzata ogni giorno di più, sia per l’ambiente in sé, sia per l’ambiente di lavoro, sia per il rapporto con i colleghi di Reception e con il resto del personale”.

Che tipo di mansioni svolgeva?

Per quanto riguarda il lavoro di “recepcionista”, come lì era chiamato, esso consisteva in check-in, check-out, accompagnamento clienti, gestione tariffe, gestione prenotazioni, conoscenza e utilizzo dell’intero programma di gestione dell’hotel (con pochi limiti), e conoscenza e gestione degli eventi, quali convegni e matrimoni, che si svolgevano al Parador.

Può sembrare tanto lavoro, e probabilmente lo è, ma vi posso assicurare che in quei 3 mesi che ho lavorato lì tutto è sempre stato piacevole e quasi mai noioso, a volte pesante, come dovrebbe essere, ma per me mai stressante. Ho imparato tantissimo in 3 mesi, aiutato soprattutto dai miei colleghi, sempre disponibili. Non è sempre stato tutto rose e fiori, ci sono stati momenti difficili, ma tutto è stato superato con il lavoro di squadra”.

Dove ha svolto il secondo stage? E quali prospettive future ha in questo momento?

Il secondo stage l’ho svolto presso l’NH Hotel Villanova di Bologna sempre nel reparto Front Office. Anche quest’esperienza è stata veramente significativa e formativa dal punto di vista umano e professionale. Ho trovato un team di lavoro dinamico e disponibile. Il mio lavoro è stato molto apprezzato, infatti attraverso una loro segnalazione ho ricevuto una proposta di lavoro per l’NH Hotel di Savona, dove mi trasferirò a breve.

Devo sottolineare il fatto che, anche se la realtà spagnola è diversa da quella italiana, sotto molti punti di vista (ad esempio burocratico), non avrei potuto svolgere bene il mio lavoro lì se non avessi avuto una buona base derivante dalle lezioni del Master Turismo TQM (Tourism Quality Management). È logico che a esse si devono aggiungere le proprie competenze, le proprie attitudini, le proprie esperienze, ma sono state per me fondamentali.

Consiglio caldamente all’ufficio Placement dell’Uninform di spingere verso quel tipo di struttura, così come consiglio a tutti coloro che frequentano il Master e che conoscono lo spagnolo di provare un’esperienza di quel tipo. Magari non sarà positiva al 100% come la mia, ma sarà sicuramente utilissima per il proprio percorso lavorativo.

Gentilissimo Dottor Rizzo, tutta la Redazione del blog Turismo Uninform desidera ringraziarla per il suo spirito di condivisione nei confronti di tutti i lettori.

Siamo certi che tanto il suo percorso formativo, quanto il suo inserimento professionale, rappresenteranno per tutti gli altri candidati al Master Turismo TQM (Tourism Quality Management) una importante e costruttiva base di riflessione per la scelta della proposta formativa più appropriata e vincente.

Torni pure a farci visita quanto prima e a raccontarci le sue opinioni sul mondo del Turismo in Italia. Saremo lieti di condividere i suoi commenti ed approfondirli insieme. La salutiamo rivolgendoli i più cari in bocca al lupo per il suo futuro professionale e personale.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa