Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Periscope e Twitter, la vita va in streaming



Periscope e Twitter, la vita va in streaming

Il broadcasting in mobilità secondo Periscope , il nuovo arrivato della grande famiglia Twitter

Quello dei Social Media, ne avevamo parlato proprio nell’ultimo intervento del blog Turismo Uninform, è un mercato particolarmente dinamico,innovativo,  eterogeneo e in continuo fermento tanto che le novità si susseguono  con una cadenza quasi giornaliera. In questo scenario, dunque, il nuovo servizio di broadcasting fornito da Periscope irrompe sulla scena con funzionalità destinate a rivoluzionare completamente non sole le abitudini di quella diffusa utenza che si affida ai Social Network per veicolare i propri contenuti, ma anche per il comparto turistico considerate le enormi opportunità di business che questo strumento è in grado di offrire.

Lanciato soltanto pochi giorni fa, Periscope nasce dall’estro creativo di Kayvon Beykpour e Joe Bernstein e permette di trasmettere in diretta dal proprio dispositivo Mobile video di qualsiasi tipo trasformando, così, gli utenti in veri e propri broadcaster.

Rilevato da Twitter ancora prima del lancio ufficiale – alcune indiscrezioni parlano di un’acquisizione costata circa un centinaio di milioni di dollari – Periscope è attualmente disponibile soltanto per dispositivi Apple, sebbene la versione per Android dovrebbe essere rilasciata nel Play Store con tempistiche molto rapide.

La Redazione del blog Turismo Uninform ha scaricato Periscope e l’ha testata. Di seguito la nostra recensione ed i commenti che desideriamo condividere con tutti i lettori.

Da un punto di vista di usability, bisogna sottolineare come il suo utilizzo risulti davvero molto semplificato. E’ infatti sufficiente scaricare l’applicazione gratuita sul proprio dispositivo Mobile ed iscriversi tramite l’account Twitter. Periscope accede dunque automaticamente al microfono ed alla fotocamera ed è altresì possibile attivare la funzione di geolocalizzazione. Non resta altro da fare che assegnare un titolo alla diretta streaming che si sta per lanciare e cliccare sul pulsante “Start Broadcast”.

In questo modo, quindi, è possibile riprendere qualsiasi luogo e qualsiasi evento in diretta e condividere quanto trasmesso sia con i follower di Periscope che di Twitter, in quest’ultimo caso attraverso la pubblicazione di un tweet contenente il link dello streaming. Niente di più semplice!

Particolarmente interessante è anche la dinamica con cui l’utente decide di interagire. Periscope, infatti, non limita l’integrazione degli account e, al contrario, consente di aggiungerne nuovi attingendo direttamente dagli utenti che seguono lo streaming di un proprio contatto.  La home page viene popolata sia dai suggerimenti di Periscope che dall’elenco degli streaming dei propri contatti, sebbene quest’ultimo resti attivo soltanto per 24 ore. Molto

Innovativo risulta essere anche il sistema di notifiche realizzato da Periscope. Se, infatti, l’utente è impegnato in altre attività, quando un contatto è in diretta streaming la notifica consente di ritornare sul’applicazione attraverso una semplice strisciata sullo schermo e non perdere nessun dettaglio della diretta. Come se non bastasse, poi, è possibile interagire direttamente anche con il broadcaster sia tramite la pubblicazioni di apprezzamenti espressi in cuoricini che con l’inserimenti di commenti in tempo reale.

Sebbene Periscope non possa essere definita una vera e propria rivoluzione in questo ambito, esistono infatti piattaforme come Younow, Twicasting, Livestream, ecc., la novità sia risiede nell’integrazione con Twitter che l’estrema semplicità d’uso. In effetti Periscope coniuga sapientemente elementi di gaming, di Social Network e di servizio, il broadcasting appunto.

Le potenzialità per il Turismo, come è facile intuire, sono numerose. Le destinazioni turistiche, infatti, diventano immediatamente condivisibili in tempo reale ed il viaggiatore ha dunque la possibilità di trasmettere con un semplice click l’esperienza di viaggio che in quella particolare circostanza sta vivendo a tutto il proprio network di contatti.

Siamo certi che gli operatori turistici non staranno a guardare e prevediamo un grande futuro per Periscope a cui vanno i nostri migliori in bocca al lupo!

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa