Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Pasqua 2014: il Turismo in ripresa



Pasqua 2014: il Turismo in ripresa

Per Pasqua 2014 finalmente si intravede la ripresa del comparto turistico

La Pasqua 2014 è appena trascorsa eppure è già tempo di bilanci per il Turismo nazionale tanto che le analisi sulle tendenze di vacanza da parte degli stranieri e degli italiani nel nostro Paese durante le ferie pasquali fioccano dappertutto ma noi del blog Turismo Uninform cercheremo insieme di capirci qualcosa di più e di tracciare uno scenario reale delle dinamiche turistiche verificatesi.

Cominciamo subito col dire che quest’anno il calendario ha dato una grossa mano al Turismo grazie alla concomitanza delle ferie pasquali con i ponti del 25 Aprile e del Primo Maggio, circostanza, questa, che ha avuto come effetto diretto per milioni di turisti quello di poter allungare concretamente le vacanze e godersi un periodo di riposo e relax certamente più prolungato rispetto alla consuetudine pasquale.

Ad ogni buon modo, stando alle previsioni di Coldiretti, la Pasqua 2014 fa registrare una ripresa del Turismo, sia che si tratti del comparto turistico nazionale chedi quello internazionale internazionale, tanto che sono stati oltre 4,1 milioni gli italiani che hanno deciso di trascorrere almeno un giorno di vacanza durante il periodo pasquale, praticamente un incremento rispetto allo scorso anno pari al +5%.

Da non sottovalutare, poi, che al dato appena esposto, è necessario aggiungere i 6,6 milioni di italiani che per la Pasqua 2014 si sono spostati dalla propria città o regione per recarsi in visita da parenti e amici. Un dato, questo, che assume maggiore rilevanza statistica se inserito opportunamente nell’intero scenario turistico pasquale.

Dello stesso avviso è anche Confindustria Alberghi secondo cui il periodo in questione, ovvero la Pasqua 2014 ed i ponti del 25 Aprile e del Primo Maggio, consolidano ulteriormente l’inversione di tendenza registrata dalla seconda metà dell’anno scorso, ovvero un trend di crescita che ha interessato in particolar modo il comparto di fascia alta e che ha prodotto un incremento del tasso medio di occupazione del +2,4% grazie all’incidenza maggiore del Turismo straniero.

Secondo Giorgio Palmucci, Presidente in forza a Confindustria Alberghi, “le strutture sembra stiano già raccogliendo primi segnali positivi. I dati – continua ancora Palmucci – esprimono ancora alcune incertezze da parte degli italiani e parlano di un turismo trainato, a fasi alterne, dalla componente estera. Sicuramente l’evento di canonizzazione dei due Papi funge da catalizzatore perché stimola i viaggiatori provenienti da tutto il mondo a visitare in primis Roma e a sfruttare l’occasione per prolungare la permanenza nel nostro paese. I presupposti per un buon risultato ci sono tutti e l’augurio è che sia possibile sfruttare al massimo le occasioni di primavera”.

Risultati analoghi anche per ciò che riguarda il traffico aereo degli aeroporti milanesi per i quali, nel periodo di tempo compreso tra il 18 ed il 24 Aprile, si stima un deciso incremento dei passeggeri pari ad un +27% rispetto alla Pasqua del 2013. A Roma, invece, le festività pasquali dovrebbero aver generato un traffico aereo pari a circa 2 milioni di passeggeri mentre Trenitalia potrà vantare oltre 3 milioni e mezzo di viaggiatori sulla propria rete ferroviaria.

Segnali molto incoraggianti anche per quanto riguarda il patinato comparto crocieristico che per il periodo in questione ha fatto registrare ottime performance e in alcuni caso addirittura il fully booked da parte di alcune note compagnie di crociere.

Se a questi dati aggiungiamo anche il traffico stradale ed autostradale, sostenuto in entrambi i casi, il fenomeno turistico durante il periodo pasquale diventa ancora più consistente e lancia un segnale di maggiore ottimismo a tutti gli operatori turistici, siano essi albergatori, Tour Operator, compagnie aeree, agriturismo,compagnie di crociere, vettori ferroviari, autonoleggi, alberghi diffusi, B&B e così via.

E tu, cosa ne pensi dei flussi turistici registrati durante le festività pasquali? Ritieni che i dati appena condivisi rappresentino concreti segnali di ripresa per il comparto turistico nazionale? In che modo credi che si possa sostenere ulteriormente il sistema Turismo Italia nel suo complesso? Quali strategie distributive e promozionali ti senti di suggerire per rafforzare ancora di più questo trend di crescita del Turismo?

Che tu sia un operatore turistico professionista, un albergatore, un Tour Operator o un fervido appassionato di dinamiche e tendenze turistiche, distribuzione online e tradizionale e Turismo in generale, condividi pure la tua testimonianza in presa diretta con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai immediatamente voce alle tue opinioni premurandoti di segnalarci in tempo reale tutti i tuoi suggerimenti, i tuoi consigli, le tue raccomandazioni e tutte quelle che ritieni essere le più efficaci best practice di riferimento. Sarà per noi del blog Turismo Uninform un autentico piacere poterne discutere approfonditamente insieme e dare nuovo slancio al dibattito dedicato al futuro del comparto turistico in Italia.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa