Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Nuove frontiere della distribuzione online



Nuove frontiere della distribuzione online

Il perdurare dellacrisi economica che da tempo attanaglia oramai i mercati di tutto il mondo ha imposto alle aziende pubbliche e private nuovi modelli di distribuzione con i quali avviare canali di vendita alternativi le cui leve principali sono rappresentate dal pricing aggressivo, dalla scoutistica sempre più accentuata e legata a doppio filo a policy commerciali rigidissime e dal ricorso al last minute ed alle più attuali vendite flash.

 

Da tale tendenza non è certamente immune il comparto turistico per il quale, al contrario, i modelli di distribuzione alternativi a cui si è fatto appena riferimento si sono radicati fortemente nel Turismo sfociando in modelli di business ben noti agli operatori turistici di tutto il mondo come, per esempio, i coupon site, le offerte opache, il couchsurfing, leaste tariffarie, lo scambio di abitazioni vacanza e le promozioni last minute da device Mobile.

 

Ebbene, alla luce di queste brevi considerazioni preliminari, quest’oggi ilblog Turismo Uninform si occuperà di un nuovo trend di acquisto e vendita di prodotti turistici che sempre di più sta interessando il comparto turistico.

 

Stiamo parlando dei cosiddetti “unused trip”, più comunemente noti come vere e proprie rivendite di vacanze, principalmente camere d’hotel e voli aerei a tariffe, acquistate a tariffe particolarmente conveniente e caratterizzate da policy commerciali che non prevedono né la cancellazione né tantomeno il rimborso in caso di impossibilità ad usufruire del prodotto turistico acquistato da parte del viaggiatore.

 

Del resto, non è un caso che la Redazione Travel della BBC affermi che “ogni anno i viaggiatori in tutto il mondo perdono circa 10 miliardi di dollari in camere d’hotel pagate in anticipo e 7 miliardi di voli non utilizzati. Fortunatamente negli ultimi dodici mesi ben tre siti web legati a questo mercato secondario sono emersi”.

 

Tra le tre realtà web individuate dalla BBC, oltre al più notoChangeyourflight per quanto riguarda il mercato dei voli, certamente vale la pena spendere qualche parola per Cancelon e Hall St, siti dedicati all’acquisto e vendita di “unuses trip” in ambito alberghiero.

 

Nello specifico Cancelon, il primo portale Travel a tentare la penetrazione di questo mercato, nasce con l’obiettivo di rivendere un soggiorno in hotelacquistato precedentemente a tariffa non rimborsabile e non cancellabileda un altro viaggiatore online.

 

Il modello di business alla base di Celon è molto semplice, eppure estremamente efficace. Il viaggiatore intenzionato a rivendere il propriosoggiorno in hotel, infatti, deve al portale web una commissione pari al 10% della tariffa di vendita, oltre a farsi carico delle dovute comunicazioni relative al cambio nome nei confronti della struttura ricettiva. Cancelon, invece, subentra con un rimborso nei confronti dell’acquirente qualora qualcosa non dovesse andare per il verso giusto.

 

In effetti il modello di business proposto da Cancelon appare piuttosto funzionale poiché da un lato consente al viaggiatore di recuperare quasi totalmente la tariffa versata per un soggiorno in hotel di cui non si potrà beneficiare e, dall’altro, permette ad un altro viaggiatore di poter acquistare quello stesso soggiorno in hotel ad una tariffa al momento non più disponibile e, quindi, molto conveniente.

 

Stando a quello che è dato leggere nel portale web, “Cancelon è il primo sito che offre una soluzione a chi rischia di perdere dei soldi per servizi di cui non può usufruire ma che non sono rimborsabili e che permette ad acquirenti potenziali di godere di offerte e sconti speciali. È un rapporto win-win perché aiutiamo venditori a recuperare denaro e acquirenti a scovare le migliori offerte. In più assistiamo le OTA, gli hotel e altre compagnie del settore alberghiero a fornire un migliore servizio ai propri clienti senza dover incorrere in perdite inutili”.

 

Il blog Turismo Uninform desidera comunque richiamare l’attenzione dei lettori sul fatto che un “no-show” o una tariffa non rimborsabile non rappresenta di per sé una perdita secca per l’hotel poiché l’importo viene comunque regolarmente incassato in anticipo. Al contrario, la rivendita del soggiorno precedentemente acquistato da un altro viaggiatore può, invece, produrre benefici diretti all’hotel in termini di Brand Awareness, Brand Reputation e generazione di ricavi aggiuntivi.

 

Hall St, invece, seppur arrivato successivamente si propone sul mercato con un modello di business che offre all’utenza non solo rivendite di soggiorni, ma anche vendite flash ed aste tariffarie. Inoltre, a differenza di Cancelon, Hall St si rivolge non solo all’utenza, ma anche, e soprattutto, alle strutture ricettive.

 

Nello specifico, infatti, il portale si propone come luogo ideale all’interno del quale rivendere sì soggiorni in hotel, ma anche acquistare prodotti alberghieri in regime di flash sale e trattare la tariffa desiderata direttamente con la struttura ricettiva.

A nostro avviso molto più competitivo su questo mercato, Hall St si è completamente integrato con i Social Network, ha dato vita ad una interessantissima applicazione Mobile ed ha dichiarato di essere presente in ben 112 destinazioni turistiche a livello mondiale e di aver intrapreso accordi commerciali diretti con 15.000 hotel.

A noi del blog Turismo Uninform non resta che guardare con interesse a questo nuovo canale di distribuzione e rivolgere ad entrambe le attività imprenditoriali un grossissimo in bocca al lupo.

E tu, cosa ne pensi delle nuovissime modalità di acquisto e vendita che stanno interessando il comparto turistico? Ritieni che le strutture ricettive e le compagnie aeree abbiano un reale interesse a sostenere modelli di business di questo tipo? Hai già avuto modo di imbatterti in questi servizi con la tua realtà turistica?

 

Che tu sia un operatore turistico di lunga e consolidata esperienza o un appassionato di distribuzione online, hotel, compagnie aeree, tecnologie Mobile e Turismo in generale, raccontaci la tua testimonianza e condividila con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

 

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai immediatamente voce alle tue opinioni segnalandoci tempestivamente tutti i tuoi suggerimenti, i tuoi consigli e quelle che ritieni essere le migliori e più efficienti best practice da tenere a mente nel ricorso a queste nuove modalità di acquisto e vendita di prodotti turistici. Saremo lieti di poterne discutere approfonditamente insieme e dare nuovo slancio al dibattito dedicato al futuro della distribuzione online.

 

Continua a seguire il blog Turismo Uninform

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa