Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

L’ingresso di Twitter in Borsa: ripercussioni per il Turismo



L’ingresso di Twitter in Borsa: ripercussioni per il Turismo

Cosa succede per il Turismo con Twitter in Borsa?

Per chi segue con attenzione le dinamiche e le tendenze della distribuzione online, dei Social Media, dei motori di ricerca e del Travel 2.0 ingenerale, ricorderà certamente come soltanto due settimane fa il blog Turismo Uninform si è occupato delle vicende che vedevano Twitter, il celebre Social Network che fa del micro-blogging il proprio asset principale, impegnato in un eventuale ingresso in Borsa, alla stregua di altri colossi del calibro di Facebook e Linkedin.

Ebbene il gran giorno è arrivato proprio giovedì scorso, momento che segna ufficialmente l’inizio dello scambio dei titoli di Twitter al New York Stock Exchange con la relativa ed intuitiva sigla Twtr. E’ stata questa, comprensibilmente, la quotazione più attesa sul listino tecnologico dal lontano Maggio del 2012, data che fa registrare lo sbarco in Borsa di Facebook con un valore per azione pari a 38 euro.

Da notare che, rispetto al collocamento iniziale pari a 26 dollari, Twitter ha aperto le quotazioni con un rialzo superiore al 75% attestandosi, così, a 45,10 dollari per azione. A rendere ancora più memorabile l’ingresso di Twitter in Borsa il valore del titolo, che per pochissimi minuti è riuscito a superare anche quello di Facebook, in quel momento attestatosi a 48 dollari, arrivando a superare i 50 dollari.

Il dato appena evidenziato relativamente al sorpasso di Twitter su Facebook riguarda ovviamente soltanto il titolo e non la capitalizzazione di mercato il cui valore per la società di Mark Zuckerberg è pari a 116,47 miliardi di dollari contro i 24,86 della società di micro-blogging.

Per quanto il rialzo segnato in apertura da Twitter possa sembrare particolarmente sorprendente e significativo in termini di performance finanziarie, il blog Turismo Uninform desidera segnalare che il risultato in Borsa della società di Dorsey e Costolo non è certamente il migliore dell’anno, sebbene le 10 aziende tecnologiche che lo precedono hanno una capitalizzazione di mercato decisamente inferiore rispetto all’azienda di micro-blogging.

Durante lo sbarco in Borsa non potevano certamente mancare il Presidente di Twitter Jack Dorsey ed il suo Amministratore Delegato Dick Costolo che per l’occasione si sono accompagnati ad Anthony Noto, risorsa strategica di Goldman Sachs che si è occupata del collocamento. Ad ogni buon modo, in un’intervista rilasciata alla Cnbc, Costolo ha dichiarato di voler continuare “ad ampliare la base di utenti e ad investire”.

Riferendosi, poi, al rialzo dell’IPO a 26 dollari per azione, lo stesso Amministratore Delegato do Twitter Costolo ha affermato quanto segue:”abbiamo raccolto un entusiasmo tale che ci ha consentito di attuare i cambiamenti apportati al prezzo”.

Sono molteplici, invece, gli scenari che si profilano all’orizzonte sul breve e medio periodo. Secondo gli analisti, infatti, lo sbarco in Borsa di Twitter potrebbe coincidere con una nuova serie di IPO tecnologiche, circostanza, questa, che potrebbe riproporre una situazione piuttosto simile a quella verificatasi oramai anni fa, la cosiddette bolla di Internet, seppur con le dovute differenze di cui si è già parlato nell’articolo precedente.

Un altro scenario, poi, riguarda lo stesso Twitter. Tutti sono consapevoli del fatto che il Social Network di Dorsey sia oggi una delle più importanti realtà societarie del mondo eppure, a sette anni dalla sua nascita, i conti della celebre piattaforma di micro-blogging sono tuttora in rosso con una perdita pari a 79,4 milioni di dollari su un giro d’affari di 317 milioni di dollari. Il giro d’affari dei primi 3 trimestri dell’anno, poi, registra sì un rialzo rispetto all’intero 2012 poiché attestatosi a 422 milioni di dollari, ma anche le perdite risultano in rialzo nello stesso periodo attestatesi a quota 134 milioni.

A questo punto, secondo gli analisti, la vera svolta per Twitter dovrebbe arrivare nel 2015, anno in cui grazie agli investimenti pubblicitari, oramai sempre più dirottati su Internet, il giro d’affari della società di Dorsey dovrebbe assestarsi a 1,9 miliardi di euro

Non resta che attendere, certo, ma nel frattempo, è questo il suggerimento del blog Turismo Uninform, tutti gli operatori turistici dovrebbe prendere in maggiore considerazione l’utilizzo di Twitter come canale distributivo e promozionale su cui fare leva per realizzare un livello di maggiore engagement con la propria utenza.

E tu, cosa ne pensi dello sbarco in Borsa di Twitter? In che modo ritieni che la scelta di Twitter possa condizionare il mercato dei Social Media? Quali scenari intravedi per il Social Advertising e l’Advertising in generale alla luce delle nuove evoluzioni societarie dei Social Network? Quali benefici prevedi per il comparto turistico?

Che tu sia un operatore turistico professionista o un appassionato di Social Media, motori di ricerca, Travel 2.0, Web Marketing, distribuzione online, Marketing digitale, e Turismo in generale, raccontaci pure la tua testimonianza in presa diretta e condividila immediatamente con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai immediatamente voce alle tue opinioni preoccupandoti di segnalarci puntualmente tutti i tuoi suggerimenti, i tuoi consigli, le tue raccomandazione e tutte quelle che ritieni essere le più efficaci best practice di riferimento. Sarà per noi del blog Turismo Uninform un autentico piacere poterne discutere insieme e dare nuova linfa al dibattito incentrato sul futuro dei Social Media applicati al Turismo.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa