Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

L’identikit del viaggiatore italiano secondo Trivago



L’identikit del viaggiatore italiano secondo Trivago

Si è appena conclusa a Milano Bit 2017, la Borsa Internazionale del Turismo: evento dedicato a destinazioni e tendenze di viaggio, durante il quale sono intervenuti i più importanti esponenti del turismo italiano ed internazionale.

Tra questi anche Trivago, il noto motore di ricerca hotel, che in questa occasione ha diffuso i dati emersi dalla prima edizione del Metasearch Travel Trends Italia 2017, la ricerca sulle abitudini di viaggio dei nostri connazionali.

L’identikit del viaggiatore italiano sembra essere vicina a quella del turista proveniente dai Paesi del Mediterraneo, come Spagna e Francia; si allontana invece da quella dei viaggiatori del Centro e Nord Europa.

Questi ultimi selezionano la struttura in cui trascorrere la loro vacanza con sette settimane di anticipo, mentre gli italiani procedono alla scelta cinque settimane prima della partenza.

L’hotel resta la categoria ricettiva preferita dal turista italiano, con il 69% delle preferenze nelle ricerche del metamotore.

Il 43%, poi, opta per una struttura 4 stelle, mentre scende notevolmente la percentuale di chi si lascia tentare dal lusso dei 5 stelle, solo il 6%. A questo proposito si è espressa Giulia Eremita, Industry Manager di Trivago, affermando: “Interessante notare come nel contesto europeo gli italiani siano quelli che viaggiano di meno nel segmento luxury hotel: solo il 6% se lo può permettere, a fronte dell’11% dei mercati inglesi e scandinavi e del 10% di quelli di lingua tedesca”. Tendenza forse legata alla diversa fascia di prezzo per la categoria 5 stelle in Italia che “con 302 euro in media a notte supera del 25% il livello tariffario europeo”, continua Giulia Eremita.

Per quanto riguarda, invece, il periodo, un italiano su due viaggia d’estate: ben il 48% delle ricerche sul metamotore si concentra tra giugno e settembre, con un picco di ricerche massimo ad agosto. A settembre, invece, viaggia solo il 7%.

Altro dato interessate emerso dalla ricerca riguarda la destinazione di viaggio: a livello europeo i Paesi con la migliore distribuzione delle vacanze sono Germania, Austria e Svizzera. Si evidenzia, però, un’altra importante tendenza: sette italiani su dieci scelgono di restare nel Belpaese, confermando che il viaggiatore italiano è ancora molto affezionato alle tante bellezze offerte dalla sua terra.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa