Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Le recensioni di TripAdvisor e Booking sbarcano sulle Mappe Apple



Le recensioni di TripAdvisor e Booking sbarcano sulle Mappe Apple

Una nuova opportunità per il Turismo grazie all’integrazione delle recensioni di TripAdvisor e Booking all’interno delle Mappe Apple.

Sebbene non sia stato tuttora diffuso alcun comunicato stampa ufficiale da parte di Cupertino, la notizia che circola sempre più insistentemente in questi giorni riguarda la possibile integrazione delle recensioni di TripAdvisor e di quelle di Booking all’interno dell’ecosistema delle Mappe Apple. Una mossa, questa, che se da una parte consoliderebbe ulteriormente il posizionamento internazionale dei due colossi del Travel online, dall’altra potrebbe in qualche modo minare l’utilizzo di Google Maps.

Stando a quello che si apprende in rete da autorevoli rumours e non, l’integrazione sulle Mappe Apple dei contenuti UGC (User Generated Content) di proprietà di TripAdvisor e Booking, nello specifico quelli che riguardano le recensioni, dovrebbe interessare la totalità dei device di Cupertino, dall’iPhone all’iPad, passando ovviamente per il Mac.

Secondo alcuni assidui fruitori del servizio Maps di Apple, sembra che il rilascio progressivo di questi contenuti abbia fatto la propria comparsa intorno al periodo pasquale e che si sia correlato ad una serie di ricerche locali statunitensi ed internazionali in materia di hotel e ristoranti.

Come è noto, le Mappe Apple hanno finora offerto agli utenti esclusivamente le recensioni di Yelp, un portale particolarmente diffuso negli States e di cui ci siamo già occupati in passato sul nostro blog dedicato al Turismo. L’ingresso di TripAdvisor e di Booking, però, non dovrebbe compromettere in alcun modo la presenza di questo player tanto che dai primi test condotti si prefigura un’integrazione piuttosto equilibrata ed armonica attraverso la quale il servizio sembra arricchirsi di nuovi contenuti ed immagini.

Al momento non sembra possibile individuare un algoritmo che governi la predominanza di una recensione piuttosto che un’altra ma siamo certi che nelle prossime settimane saremo in grado di effettuare delle verifiche più approfondite in attesa che Apple fornisca maggiori informazioni al riguardo.

Ciò che in questa sede è, però, opportuno e doveroso rilevare, riguarda due aspetti fondamentali: la battaglia in corso tra Apple e Google per la leadership sul mercato delle ricerche locali e le opportunità di business per le aziende del comparto turistico internazionale.

Per ciò che concerne il primo aspetto, è innegabile che Apple abbia intrapreso questo sviluppo con il preciso obiettivo di imporsi sul mercato come alternativa a Google, soprattutto dopo le grandi difficoltà che inizialmente Cupertino ha dovuto fronteggiare durante la sua discesa in campo su questo fronte.

In quest’ottica, dunque, la scelta di avvalersi sia delle recensioni di TripAdvisor che di quelle di Booking – peraltro certificate – entrambi indiscussi punti di riferimento internazionale per la pianificazione dei viaggi e delle vacanze, consente ad Apple di posizionarsi a livello local in maniera davvero molto autorevole e di fronteggiare adeguatamente l’offensiva sferrata da Mountan View con il recente avvio del programma relativo alle Guide Locali. Un chiaro tentativo, questo, di far crescere i volumi di recensioni proprietarie presenti su Google Plus e al quale l’azienda della mela ha risposto con Maps Connect, un servizio rivolto alle aziende che facilità enormemente il processo di rivendicazione della propria attività.

L’altro aspetto, invece, riguarda le enormi opportunità di business a livello turistico che si celano dietro questa battaglia. La gestione della propria reputazione online, divenuta sempre più strategica e centrale, necessità di un approccio multicanale che soltanto differenziazioni di questo tipo sono in grado di garantire, soprattutto alla luce della volatilità dell’utenza e dell’utilizzo sempre più massivo dei dispositivi Mobile in chiave locale.

In questo scenario, dunque, gli attori della filiera distributiva turistica, in particolar modo per quelli che operano online, sono chiamati a cogliere immediatamente questa opportunità e a rafforzare la propria presenza su entrambi i canali Google ed Apple.

E tu, cosa ne pensi dell’ingresso di TripAdvisor e di Booking all’interno delle Mappe Apple? Quali scenari intravedi all’orizzonte per il futuro delle ricerche locali? Riuscirà Cupertino a preoccupare seriamente Google e a configurarsi come suo competitor principale?

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai immediatamente voce alle tue opinioni. Saremo lieti di leggere i tuoi consigli ed i tuoi suggerimenti approfondendo ulteriormente il dibattito sul Travel 2.0 e sull’efficacia di questi strumenti per la tua realtà turistica.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa