Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

La crisi e il Turismo: OTA in ripresa



La profonda crisi economica che ha travolto lo scorso anno tutti i settori produttivi, Turismo compreso, sembra essere definitivamente alle spalle, tanto che il vento sta rapidamente cambiando e finalmente si intravedono concreti segnali di ripresa per il mercato turistico, soprattuto per il comparto online.

Sulla base delle proprie ricerche e delle conoscenze acquisite, il blog diTurismo Uninform non puo’ che confermare questo trend e segnalare le recentissime dichiarazioni di alcune delle maggiori OTA (Online Travel Agency) che concordano in maniera univoca sulla ripresa dell’intero comparto turistico.

Infatti, lo scorso 26 marzo TUI, il noto Tour Operator tedesco, ha diffuso un comunicato con il quale ha dichiarato di aver registrato una ripresa significativa della domanda relativa ai viaggi leisure tanto da esprimere soddisfazione sia per le vendite invernali che per le prenotazioni estive, quest’ultime in netto miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Dello stesso avviso e’ anche il tenore delle dichiarazioni dei portavoce di Priceline edExpedia, le quali hanno addirittura visto le proprie quotazioni Nasdaq salire discretamente.

I motivi di questa crescita in un contesto economico particolarmente complesso sono ancora una volta da imputare all’efficacia delle scelte strategiche adottate dalle principali OTA, sia in termini di stimolo alla domanda che di servizio. Infatti, il rivoluzionario abbattimento delle booking fees, che fino a pochi mesi fa gravavano sull’acquisto di voli ed hotel, ha certamente contribuito a suscitare non solo un maggiore interesse e, quindi, ulteriore visibilita’ tradottasi in un numero di accessi sempre piu’ elevato, ma ha anche favorito l’incremento deiconsumi online facendo levitare il numero delle prenotazioni.

Inoltre, un approccio sempre piu’ orientato alla personalizzazione dei servizi offerti al cliente finale e la rapida declinazione dei siti web tradizionali in siti per i-Phone e smartphone ha allargato il bacino d’utenza tradizionale delle OTAriuscendo cosi’ ad attirare quel target di consumatori sempre piu’ evoluto, attento ed esigente.

Continua a seguire il blog di Turismo Uninform.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa