Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Il Turismo ed il traffico aereo: arriva la norma anti Ryanair



Il Turismo ed il traffico aereo: arriva la norma anti Ryanair

L’infrastruttura turistica di un Paese, come è facile intuire, non si basa esclusivamente sul numero e sull’eterogeneità di player turistici presenti in un determinato mercato o, ancora, sulle strategie distributive e promozionali intraprese a più livelli, ma anche, e soprattutto, da un complesso impianto legislativo in grado di condizionare l’agenda del Turismo sia sotto il profilo della competitività che della stabilità.

 

Alla luce di questa breve premessa, quindi, il blog Turismo Uninform desidera quest’oggi dedicare il proprio intervento al tanto atteso e discusso Decreto Sviluppo Bis, finalmente divenuto legge e che senza ombra di dubbio farà registrare significative ripercussioni sull’intero comparto turistico.

 

Per ovvie ragioni espositive non sarà possibile in questa sede affrontare in maniera esaustiva e completa tutte le numerosissime dinamiche previste dal Decreto Sviluppo Bis che a più livelli si intersecano con il Turismo e pertanto ci si concentrerà su un aspetto che determinerà profondi cambiamenti in un segmento particolare, quello del traffico aereo.

 

Nello specifico, infatti, uno dei provvedimenti approvati in via definitiva grazie all’emanazione del Decreto Sviluppo Bis  equipara, sia sotto il profilo fiscale che contributivo, tutte le compagnie aeree operanti in Italia.

 

Il provvedimento, ribattezzato da molti operatori turistici come norma anti-Ryanair, non è affatto banale in quanto va a configurarsi come un vero e proprio riempimento del vuoto legislativo grazie al quale il vettore aereo low cost irlandese riusciva di fatto ad evitare il versamento nelle casse dell’erario italiano le tasse ed i contributi previsti per tutte le altre compagnie aeree.

 

Esprimendo evidente soddisfazione Lupo Rattazzi, Presidente di Assaereo, ha così commentato l’importante novità:“da oggi cambia la storia nel trasporto aereo. La norma approvata sull’equiparazione fiscale nel trasporto aereo contenuta nel Decreto Sviluppo del Governo Monti rappresenta una svolta epocale per tutto il settore“.
Sempre Rattazzi, poi, ha evidenziato come sia “stata eliminata la più grande asimmetria presente in questo mercato che consentiva ad un solo vettore low cost di non pagare gli oneri fiscali d’impresa e i contributi ai suoi lavoratori per l’attività svolta continuativamente e stabilmente in Italia, creando una gravissima distorsione di mercato ed una pesante discriminazione previdenziale. Finalmente ci sarà una sana competizione dove tutti potranno competere ad armi pari”.

 

 

Non resta che attendere le reazioni di Ryanair per comprendere appieno le reali ricadute di questo provvedimento, soprattutto per quegli aeroporti(Orio al Serio in primis) per i quali le attività derivanti dai voli della compagnia aerea low cost irlandese arrivano anche all’80%.

 

Il blog Turismo Uninform seguirà ovviamente con attenzione l’evolversi della vicenda e qualora dovessero emergere importanti novità ed indicazioni significative, le medesime saranno portate all’attenzione di tutti i nostri appassionati e numerosi lettori.

 

E tu, cosa ne pensi della norma anti-Ryanair introdotta dal Decreto Sviluppo Bis? Ritieni corretta l’equiparazione fiscale e contributiva del vettore aereo low cost irlandese prevista dal provvedimento? Quali reazioni prevedi da parte di Ryanair nel breve e medio periodo? E soprattutto, come ritieni che cambierà lo scenario del trasporto aereo alla luce dei recenti avvenimenti?

 

Che tu sia un operatore turistico professionista o un appassionato di dinamiche turistiche, distribuzione online e tradizionale, compagnie aeree e Turismo in generale, raccontaci la tua testimonianza in presa diretta e condividila con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

 

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai voce alle tue opinioni segnalandoci tempestivamente ogni tuo consiglio,suggerimento, raccomandazione e best practice di riferimento. Saremo davvero lieti di poterne discutere insieme ed approfondire il dibattito dedicato al futuro del trasporto aereo.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa