Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Il Turismo e il modello dell’Albergo Diffuso



Il Turismo e il modello dell’Albergo Diffuso

L’Albergo Diffuso, una nuova forma di ospitalità responsabile e socialmente sostenibile

Agli attenti lettori del blog Turismo Uninform non sará certamente sfuggita la crescente affermazione dell’originale modello di ospitalitá made in Italy e noto al grande pubblico con il nome di Albergo Diffuso.

Mutuando le parole di Giancarlo Dall´AraPresidente ADI (Associazione Nazionale Alberghi Diffusi), questo tipo di struttura é “un´impresa ricettiva alberghiera situata in un unico centro abitato, formata da piú stabili vicini tra loro, con gestione unitaria e in grado di fornire servizi di standard alberghiero a tutti gli Ospiti”.

In altre parole, l´albergo diffuso propone un sistema di ospitalitá orizzontale incentrato da un lato sull´utilizzo responsabile e consapevole delle antiche risorse immobiliari locali e, dall´altro, sul loro recupero storico e riconversione in unitá ricettive alberghiere pregievoli.

Storicamente il modello di albergo diffuso affonda le sue radici in Friuli Venezia Giulia dove, a seguito dell´evento sismico verificatosi in localitá Carnia il 6 Maggio del 1976, la valorizzazione del patrimonio immobiliare oggetto della futura ricostruzione assume un´importanza strategica di particolare rilievo per l´intero territorio colpito dal sisma.

Bisogna comunque attendere il 1982 per assistere alla prima pubblicazione del termine di albergo diffuso grazie al progetto pilota avviato a Comeglians, in provincia di Udine, mentre le prime concrete esperienze di questo innovativo responsabile modello di ospitalitá, seppur ancora parziali, risalgono invece al 1994.

La nascita ufficiale degli alberghi diffusi viene sancita nel 1998 grazie alla prima normativa approvata dalla Regione Sardegna che ne regolamente l´apertura e la gestione. Ad oggi sono poco piú di 40 le strutture ricettive presenti in ben 15 Regioni che si riconoscono in questa nomenclatura e che hanno aderito all´Associazione Nazionale Alberghi Diffusi (ADI).

Alla luce di queste considerazioni, é facile intuire come il modello di albergo diffuso si adatti alla perfezione ad un particolare segmento della domanda turistica il cui obiettivo finale risiede nella costante ricerca di una esperienza di ospitalitá unica, incastonata in un pregievole contesto urbano, che consenta il contatto diretto sia con i residenti del territorio che con le tradizioni locali pur non dovendo necessariamente rinunciare ai tradizionali servizi alberghieri.

Del resto, non é un caso che il modello dell´albergo diffuso abbia trovato la sua applicazione migliore proprio nel recupero e nella rivalutazione di quei borghi e piccole realtá urbane i cui centri storici rappresentano senza ombra di dubbio un ingente patrimonio di interesse artistico e/o architettonico.

In definitiva, un albergo diffuso non è semplicemente un modello di ospitalità frutto dell´incredibile patrimonio storico, artistico, culturale, architettonico, enogastronomico e territoriale del Bel Paese, ma anche – e soprattutto – un evidente ed efficace modello di sviluppo turisticoterritoriale, rispettoso dell’ambiente, e capace di contrastare concretamente l´annoso fenomeno di spopolamento dei borghi al quale, da troppi anni, si assiste oramai inerti in piú parti d´Italia.

Insomma, un albergo diffuso rappresenta una formula ricettiva che il blog Turismo Uninform non esita a definire globale, completa, in grado non solo di valorizzare il patrimonio architettonico senza la necessitá di intervenire a livello infrastrutturale sul territorio, ma capace altresí di stimolare e rilanciare un intero sistema economico locale grazie all´attivazione di tutta la filiera distributiva e promozionale.

Cosa ne pensi del modello di ospitalitá proposto dagli alberghi diffusi? Quanto ritieni che esso possa radicarsi sul territorio nei prossimi anni? Quali strategie di posizionamentodistribuzione e promozione credi siano piú appropriate per questo tipo di prodotto turistico? Sei mai stato in un albergo diffuso? Raccontaci la tua testimonianza diretta.

Che tu sia un operatore turistico o un appassionato di Turismo, siamo ansiosi di conoscere la tua opinione ed i tuoi suggerimenti. Lascia un tuocommento e condividilo con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa