Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Facebook e Turismo: un binomio vincente



Facebook e Turismo: un binomio vincente

Facebook e Turismo insieme per fare business?

A pochi giorni dal Natale il blog Turismo Uninform torna ad occuparsi di Social Media e questa volta lo fa condividendo con tutta la platea di affezionatissimi e sempre più numerosi lettori i risultati di un interessantissimo studio teso a comprendere la veicolazione più remunerativa dei futuri investimenti in ambito Social e che è stato commissionato dall’incontrastato re dei Social Network, Facebook.

Per chi si occupa di distribuzione online, Social Media e Turismo digitale, saprà certamente che quello del Travel è stato da sempre il comparto online sul quale scommettere sia in termini di investimenti che di potenzialità tanto che lo stesso Google da tempo ha avviato una precisa strategia di penetrazione di questo mercato con la tanto discussa acquisizione di ITA Software, argomento tra l’altro dibattuto più volte sul nostro blog dedicato al Turismo.

Ebbene, lo studio realizzato da Facebook su un panel di 3.000 utenti che negli ultimi dodici mesi sono stati in vacanza conferma ulteriormente la tendenza secondo cui il Travel continua a rappresentare la nuova frontiera del mercato online tanto che esso, lo dichiara il colosso dei Social Network, risulta essere l’argomento che più è in grado di generare sia user engagement che volumi di post.

Ma analizziamo insieme i risultati emersi dallo studio. Stando ai dati divulgati, secondo Facebook ben il 42% dei contenuti pubblicati sulla timeline dei soggetti coinvolti nello studio, siano essi immagini, video o testi, è collegato direttamente al Travel. Come se non bastasse, poi, oltre il 50% del campione colloca i contenuti legati alla propria vacanza tra i primi tre temi più importanti surclassando temi tradizionalmente preminenti in rete come il cibo, la vita famigliare e così via.

L’analisi dei dati prosegue con l’individuazione di un 52% di utenti che si dichiara attratto dalle vacanze proprio grazie ai contenuti veicolati su Facebook persino in periodi in cui una vacanza non è affatto in programma. In questo contesto, ben l’83% del campione ama guardare e commentare le immagini delle vacanze pubblicate dagli amici o famigliari del proprio network.

Da questa brevissima carrellata di risultati, quindi, emerge in maniera fin troppo chiara l’importanza che Facebook riveste nella fase di pianificazione di un viaggio e/o di una vacanza e se si prosegue nella lettura dello studio si può addirittura scoprire come il Social Network di Mark Zuckerberg possa essere sfruttato in maniera efficace anche mentre l’utente è in viaggio e/o vacanza.

Non è un caso, infatti, che il 97% del campione dichiari di utilizzare Facebook per reperire informazioni, consigli, opinioni, consultare il meteo e così via proprio mentre è in vacanza. Addirittura il 91% degli intervistati si dichiara incapace di separarsi da Facebook tanto che almeno due volte vi accede durante la propria vacanza. Ancora, il 32% del panel utilizzato dallo studio provvede ad aggiornare la propria famiglia o il proprio network di amici tramite Facebook ancora prima di rientrare ed addirittura il 99% degli utenti totali del campione pubblica contenuti relativi al proprio viaggio appena rientrato dalle vacanze.

Tutti questi dati, quindi, suggeriscono che Facebook non potrà che investire ancora di più sul Travel non solo per quanto riguarda le possibili acquisizioni in campo, ma anche, e soprattutto ,per quanto riguarda il Social Advertising e la realizzazione di nuovi e più potenti strumenti di marketing.

Non a caso, rumours accreditati affermano che Facebook stia lavorando non solo ad un’offerta pubblicitaria capace di interagire con i CRM delle aziende turistiche con l’obiettivo di facilitare la profilazione e segmentazione della clientela a cui è rivolta l’attività di advertising, ma anche ad un algoritmo in grado di determinare preventivamente l’insieme di utenti propensi a prenotare una vacanza e, quindi, più orientati al click.

E tu, cosa ne pensi dei risultati emersi dallo studio commissionato da Facebook? Ritieni che nel breve e medio periodo il colosso dei Social Network sarà in grado di monopolizzare l’offerta del Social Advertising? Quali mosse prevedi da parte di concorrenti quali Google+, TwitterPinterest, Instagram, Linkedin, YouTube, Foursquare e così via? In che modo la tua realtà turistica interagisce con la propria Clientela attraverso Facebook?

Che tu sia un operatore turistico di lungo corso o un appassionato di Social Media, distribuzione online, Travel 2.0, motori di ricerca, tecnologie Mobile, Marketing Digitale, Social Advertising, Web Marketing e Turismo in generale, raccontaci la tua testimonianza in presa diretta e condividila immediatamente con tutti i lettori del blog Turismo Uninform.

Pubblica subito un tuo commento sul nostro blog dedicato al Turismo e dai pure voce alle tue opinioni premurandoti di segnalarci tutti i tuoi suggerimenti, i tuoi consigli, le tue raccomandazioni e tutte quelle che ritieni essere le più efficaci best practice di riferimento. Sarà per noi del blog Turismo Uninform un vero piacere poterne parlare insieme ed approfondire il dibattito dedicato al futuro dei Social Network applicati al Turismo.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa