Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Facebook entra nel business del turismo con Facebook City Guide



Facebook entra nel business del turismo con Facebook City Guide

Facebook City Guide è la nuova iniziativa lanciata da Facebook.

Si sa che il campo d’azione principale del più noto social network è la visibilità. Ma i progetti di Mark Zuckerberg e dei suoi collaboratori per rinnovarlo sono costanti e lo rendono un avversario sempre più temibile agli occhi dei principali competitors del mondo digitale.

Se si guarda, poi, all’ultima trovata del “team Zuckerberg”, ci si accorge che anche chi si occupa di turismo può cominciare a preoccuparsi o al contrario, a pensare di sfruttare le potenzialità del social network del pollice in su che, con la sua ultima mossa, si inserisce a pieno titolo nel business del turismo.

Di cosa si tratta? Facebook City Guide si presenta come una risposta a piattaforme sullo stile di TripAdvisor. Ancora in fase di test e disponibile per una selezionata platea di utenti Android e iOS, Facebook City Guide fornisce suggerimenti per eventi, attrazioni locali, ristoranti e altro, all’interno di una determinata città. Per non dimenticare che si tratta di un social network, c’è poi una lista di amici che hanno visitato quella città e raccontano cosa hanno fatto quando erano lì. La pagina visualizza anche le condizioni climatiche e l’ora locale, in modo da permettervi di pianificare al meglio il vostro viaggio, salvando attrazioni ed eventi nel vostro itinerario personale.

Ma non è tutto. È stata inserita una nuova funzione che, attraverso il tasto “book now”, rimanda direttamente al sito dell’hotel su cui effettuare la prenotazione.

Se si analizza la questione non tanto dal punto di vista commerciale, quanto da quello della visibilità, Facebook si inserisce in questo modo tra i principali partner degli hotel insieme ad altri big, quali Google Trips e TripAdvisor e dimostra ancora una volta di essere uno strumento fondamentale di business per le strutture ricettive.

Ma oltre ad invadere il campo d’azione di questo genere di piattaforme, la nuova direzione intrapresa da Facebook andrà a posizionarlo anche faccia a faccia con le Ota e i vari siti comparatori di prezzi, ricordando a chi si occupa di web marketing che si ha a che fare con un colosso da tenere costantemente d’occhio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa