Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Per i dati Federalberghi 2016, la stagione della neve è stata un successo!



Per i dati Federalberghi 2016, la stagione della neve è stata un successo!

Siamo quasi alla fine di questa stagione invernale e dai dati Federalberghi 2016 si può effettuare un analisi profonda sui risultati sulla consueta settimana bianca.

Bernabò Bocca, Presidente Federalberghi, commentando i risultati relativi settimane bianche e week end sulla neve dichiara: “La lusinghiera crescita delle settimane bianche e dei week end sulla neve, fatta registrare dagli italiani nel trimestre invernale da gennaio a marzo, pari ad un incremento di quasi il 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, dimostra come il sistema turistico montano del Bel Paese disponga ormai di una tale organizzazione ed impiantistica capace di ovviare anche a stagioni, come questa del 2016, caratterizzata da un innevamento naturale altalenante”.

Sempre dai dati Federalberghi 2016, si rileva un importante incremento dei centri benessere in alternativa alle discese e risalite sulla neve, non solo come completamento dei servizi offerti ma anche come pausa dalla routine e relax. Unire allo sci, il relax,  la gastronomia locale e i prezzi scontati per pacchetti completi ha sicuramente avuto i suoi buoni frutti.

“Organizzazione ed impiantistica -prosegue Bocca- fatta di centri benessere allestiti ormai in quasi tutte le strutture alberghiere, di tradizioni enogastronomiche tra le più ricche e variegate al mondo e di impianti di risalita e di innevamento artificiale capaci di assecondare le esigenze e le peculiarità di qualsiasi turista italiano o straniero. Il tutto accompagnato da un’attentissima politica dei prezzi degli albergatori italiani che da soli hanno attuato iniziative promozionali ed offerte in grado, alla luce dei risultati, d’ invertire la tendenza generalizzata dettata da una crisi economica ancora di là dall’essere superata.

Sono stati i week end sulla neve i veri protagonisti di questa lunga stagione sciistica  -evidenzia il presidente degli albergatori italiani- che hanno registrato complessivamente quasi 5 milioni di sciatori (ai quali vanno aggiunti altri 900 mila appassionati che hanno effettuato anche la settimana bianca) tra maggiorenni e minorenni, seguiti dagli oltre 4,7 milioni di sciatori che hanno optato per una tradizionale settimana bianca. Del pari -conclude Bocca- soddisfa il giro d’affari complessivo del turismo bianco che dovrebbe chiudere attorno ai 6,6 miliardi di Euro per un incremento dell’11,6%”.

Se si analizzano i dati Federalberghi 2016 , nel dettaglio, si riscontra che oltre 9,7 milioni di italiani (rispetto ai quasi 8,7 milioni del 2015), tra maggiorenni e minorenni, sono stati o saranno da gennaio a marzo in località sciistiche dell’Italia e dell’estero, per una crescita del 12% circa.

Il giro d’affari delle settimane bianche sarà di 3,31 miliardi di Euro (rispetto ai 2,76 miliardi di Euro del 2015) per un incremento del 19,6%. Mentre per i  week end sulla neve sarà di quasi 3,4 miliardi di Euro (rispetto ai 3,2 miliardi di Euro del 2015) per un incremento del 5,1%.Il giro d’affari complessivo del turismo bianco nel 2016, considerando tutte le voci di spesa, sarà pari a 6,64 miliardi di Euro (rispetto ai 5,95 miliardi di Euro del 2015) per un incremento dell’11,6%.

Le Regioni più gettonate saranno il Trentino-Alto Adige che resta la regione leader con il25% della domanda (rispetto al 24% del 2015), seguito dal Piemonte con il 12,6% (11,5% del 2015), dallaValle d’Aosta con l’11,9 (7,6% del 2015), dalla Lombardia con il 7,2% (6,4% del 2015), dalla Toscana con il 7,1% (3,2% nel 2015), dal Friuli Venezia Giulia con il 6,4% (5,1% nel 2015), dal Lazio con il 5% (come nel 2015), dal Veneto con il 4,5% (5,1% nel 2015) e dall’Emilia Romagna col 4,2% (3,2% nel 2015).Infine il95% è rimasto in Italia (rispetto all’86% del 2015) preferendola alle stazioni sciistiche estere.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa