Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Con la Legge Macron in Francia scompare la Rate Parity



Con la Legge Macron in Francia scompare la Rate Parity

Approvata in Francia lo scorso 10 Luglio 2015, la Legge Macron apre nuovi orizzonti distributivi per gli hotel transalpini grazie al fatto di aver eliminato il vincolo contrattuale della Rate Parity nei confronti degli intermediari online e offline.

L’avvento della Legge Macron, dunque, non solo affranca gli albergatori francesi dal capestro tariffario imposto loro dalle grandi OTA (Online Travel Agency) internazionali, ma li rende anche liberi di applicare prezzi differenziati per canale distributivo e offrire tariffe più competitive sul proprio canale diretto. Il medesimo provvedimento legislativo, inoltre, complica ulteriormente il modello di business dei distributori online in quanto per le OTA viene sancita l’impossibilità di vendere a tariffe inferiori rispetto a quelle comunicate dall’hotel.

Una vera e propria rivoluzione per il comparto dell’hotellerie che, in questo modo, consente agli albergatori francesi di riappropriarsi completamente delle proprie strategie distributive in un’ottica sempre più multicanale.

E’ indubbio che la Legge Macron, per il comparto, rappresenti un punto di svolta davvero epocale e non è affatto escluso che in futuro non troppo lontano anche altri Paesi europei possano decidere di allinearsi ad un modello di questo tipo. Una circostanza, questa, che se da un lato darebbe vita a nuove ed inedite modalità di vendita per gli hotel, dall’altra stravolgerebbe completamente il modello di business di OTA del calibro di Expedia, Booking.com e tante altre ancora.

Non a caso, infatti, prestigiosi portali internazionali di informazione alberghiera hanno riportato le inquietudini fatte trapelare dai vertici di grandi OTA nei confronti dell’indebolimento della Rate Parity in Europa. In quest’ottica Carlo Olejniczack, Direttore in forza a Booking.com per i mercati Francia, Portogallo e Spagna, ha espresso grande preoccupazione poiché si profila all’orizzonte una potenziale guerra dei prezzi che non farebbe altro che danneggiare gli stessi hotel.

Ad ogni buon modo, la Legge Macron ha riscosso grande soddisfazione non solo in Francia, ma anche in tutta Europa. L’HOTREC, l’associazione degli hotel, ristoranti e caffè in Europa, ha dichiarato che “la decisione francese consente agli hotel del Pese di stabilire tariffe più competitive sia online che offline all’interno dei propri canali distributivi rispetto ai prezzi presenti nei canali degli intermediari e in questo modo si pone fine all’obbligatorietà della Rate Parity”.

Soddisfazione viene espressa anche dall’UMIH, il cui Presidente Roland Heguy, riferendosi alla Legge Macron, parla di “una vera e propria rivoluzione. Questa legge – prosegue ancora Heguy – contribuirà alla definizione di un nuovo scenario contrattuale basato su una rinnovata fiducia tra gli hotel e le agenzie di prenotazioni nell’interesse del consumatore”.

La decisione del Parlamento francese viene definita invece una “pietra miliare” da Susanne Krauss-Winkler, Presidente dell’HOTREC, è il suo auspicio è che tutto ciò “non si fermi ai confini della Francia e della Germania”.

C’è da scommettere che la Legge Macron avrà enormi ripercussioni in Europa per ciò che concerne la Rate Parity e la Redazione del blog Turismo Uninform condividerà con tutti i lettori e gli addetti ai lavori ogni tipo di aggiornamento e novità al riguardo.

E tu, cosa ne pensi del futuro della Rate Parity in Europa alla luce della recente decisione del Parlamento francese? In che modo le OTA reagiranno in Francia? Gli albergatori transalpini saranno in grado di competere sul mercato potendo ora contare in maniera molto forte sulle proprie strategie di pricing?

Che tu sia un albergatore o un appassionato di Turismo, pubblica pure un tuo commento e condividi la tua opinione con tutti i lettori. Sarà un piacere per noi analizzare insieme i tuoi consigli ed i tuoi suggerimenti in modo da avviare un serio dibattito dedicato al futuro della distribuzione alberghiera.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa