Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Capitale della Cultura 2018,candidature aperte fino al 31 maggio.



Capitale della Cultura 2018,candidature aperte fino al 31 maggio.

Dopo Matera e Mantova, quale sarà la Capitale della Cultura 2018?  Sono aperte le candidature e sul sito del Mibact è possibile consultare il bando. L’iter per le città  che intendono candidarsi è semplice: dovranno inviare entro il 31 maggio 2016 una domanda dettagliata con allegati e corredati di un primo dossier contenente il programma delle attività culturali.  Verranno, poi, chiamate a presentare un secondo, dettagliato e approfondito dossier di candidatura entro il 30 giugno 2016. Ma chi può partecipare alla candidatura? Il bando è aperto ai Comuni, le Unioni di Comuni e le Città metropolitane con la precisazione che non potranno partecipare alle successive due procedure di selezione.

Le diverse candidature saranno valutate da una Giuria, composta da sette esperti di grande fama nel settore della cultura, delle arti, della valorizzazione territoriale e turistica, che esaminerà le candidature regolarmente pervenute e selezionerà, entro il 15 novembre 2016, un massimo di 10 finalisti, che saranno poi ulteriormente soggetti a valutazione per potersi aggiudicare il titolo di Capitale della Cultura 2018.

Tra questi la giuria proporrà, entro il 31 gennaio 2017, al ministro dei Beni e delle attività culturali la candidatura della città più idonea ad essere insignita del titolo di “Capitale Italiana della cultura” per l’anno 2018. Il titolo sarà successivamente conferito dal consiglio dei ministri.

L’iniziativa Capitale della Cultura 2018 è volta a sostenere, incoraggiare e valorizzare la autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della cultura, affinché venga recepito in maniera sempre più diffusa il valore della leva culturale per la coesione sociale, l’integrazione senza conflitti, la creatività, l’innovazione, la crescita e infine lo sviluppo economico e il benessere individuale e collettivo.

Per saperne di più e scaricare le linee guida e il bando integrale visitate il sito www.beniculturali.it/capitaleitalianadellacultura2018

Continua a seguire il blog di Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa