Uninform Group, l'unica Business School nazionale impegnata da oltre 10 anni nel campo dell’Alta Formazione
"La sfida è saper governare la competitività e l'investimento nella conoscenza ne determina sempre il successo"
(Presidente Uninform Group)

Al via il Piano strategico del Turismo italiano



Al via il Piano strategico del Turismo italiano

Nella cornice del Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa, in provincia di Napoli, dal prossimo 7 al 9 Aprile 2016 avrà luogo la presentazione ufficiale della bozza del Piano Strategico del Turismo italiano.

Prima di addentrarci nei contenuti del Piano Strategico del Turismo nazionale, però, è bene precisare che le linee guida dell’ambizioso progetto sono già state introdotte soltanto pochi giorni fa dal Ministro Dario Franceschini durante quello che è stato l’ultimo incontro del Comitato permanente del Turismo.

Ad ogni buon modo, i principi cardine che caratterizzeranno la futura azione di Governo in materia turistica sono stati preliminarmente definiti grazie all’intenso lavoro portato avanti da Francesco Palumbo, coordinatore della Direzione Turismo del Mibact.

Del resto, proprio nella riformulazione del Piano Strategico del Turismo il Ministro Franceschini intravede la possibilità per il Turismo italiano di “riconquistare le posizioni perdute nel mercato globale”. Tale obiettivo, è bene precisarlo, sarà portato avanti mutuando anche il lavoro svolto pochi anni fa dal predecessore Gnudi e il tutto dovrà procedere in una logica di sistema sotto tutti i punti di vista.

In quest’ottica, dunque, anche ciò che è stato avanzato in materia di digitalizzazione e sostenibilità dovrà necessariamente essere nuovamente rivisto ed aggiornato. Per ciò che riguarda il primo aspetto, Franceschini sottolinea come si dovrà “tener conto degli obiettivi e degli interventi che il Governo sta mettendo in atto per configurare l’Italia digitale del prossimo futuro” mentre per ciò che concerne la sostenibilità, l’obiettivo del Ministro risiede nella definizione di un ambizioso Piano Strategico del Turismo capace di configurarsi come un vero e proprio volano di sviluppo sostenibile del Paese, in grado di innovare ed adeguare “le strutture di offerta, le forme di consumo turistico, le infrastrutture e gli strumenti”.

Sempre sul tema della sostenibilità, essa troverà diversi ambiti di applicazione: dalla redistribuzione dei flussi turistici sull’intero territorio alla destagionalizzazione degli stessi, dall’incremento di strutture ricettive in grado di esprimere livelli più bassi di inquinamento delle località all’ottimizzazione delle risorse locali e così via.

Nelle intenzioni del Ministro Franceschini, il nuovo Piano Strategico del Turismo dovrà trovare applicazione in un innovativo modello di programmazione partecipata grazie al quale garantire competitività del comparto turistico adottando una visione univoca e tempistiche di attuazione di medio termine. In quest’ottica, dunque, il Mibact istituirà dei tavoli di lavoro in modo da promuovere ed incentivare fattivamente sia l’integrazione tra le diverse politiche locali e centrali che una nuova forma di governance.

Pertanto il Piano Strategico del Turismo, grazie ai Piani di Azione individuati sulla base del modello partecipativo poc’anzi illustrato, sarà in grado non solo di esprimere le linee guida da implementare e sviluppare a livello operativo, ma dovrà anche contenere le misure a sostegno della semplificazione dei processi.

Non ci resta che attendere fiduciosi la stesura completa del Piano Strategico del Turismo nazionale e salutare con grande ottimismo il lavoro che a tutti i livelli si sta portanto avanti con dedizione, passione ed entusiasmo. Una grande occasione, questa, non solo per il comparto turistico, ma per il l’intero Sistema Paese.

Continua a seguire il blog Turismo Uninform


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.



Utilizziamo i cookie, anche di terze parti e di profilazione, per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito ed inviarti messaggi promozionali personalizzati. Navigando accetterai l'uso di tali cookies - Leggi l'informativa